Search & Discovery su Instagram

Johannes Beus
Johannes Beus ist Gründer und Geschäftsführer von SISTRIX.
29. agosto 2018 0 Commenti
La ricerca in rete avviene in forme e colori differenti: da quella completa (Google), a quella specializzata in base a motori di ricerca tematici (Amazon e Youtube), fino a casi particolari come Instagram. In questo articolo tratteremo proprio di quest'ultimo tipo.

Instagram, social media basato sulla condivisione di foto ed immagini, possiede al momento più di un miliardo di utenti attivi: la ricerca su questa piattaforma non è una classica ricerca testuale, come spesso è il caso.

Essa infatti si basa principalmente su due campi: il nome account e gli hashtag che vengono aggiunti ai contenuti. Per visualizzare solo questi ultimi, basterà digitare il simbolo cancelletto (#) nella barra di ricerca.

Proprio per questo motivo, la visibilità e la tracciabilità su questo social media avviene per la maggior parte attraverso gli hashtag, che vengono infatti utilizzati ampiamente. Per rendere questi ultimi trasparenti, abbiamo deciso di raccogliere gli hashtag di numerosi contenuti e valutarli nel dettaglio.

In totale abbiamo analizzato ben 15 miliardi di combinazioni di hashtag (per essere più precisi, 15.407.047.050), derivante da un campione di dati di circa 8 milioni di hashtag (per l’esattezza 7.706.597), che però non comprende quelli usati solo una volta oppure molto raramente.

Gli hashtag utilizzati più spesso sono (in ordine decrescente):

#love #fashion #instagood #style #photooftheday #beautiful #fitness #picoftheday #follow #beauty #like4like #art #ootd #model #cute #followme #repost #instadaily #happy #instagram #makeup #girl #amazing #photography #lifestyle

Non sorprende che gli hashtag generici o specifici di Instagram siano ai primi posti.

È interessante notare che, se si ordinano questi hashtag in ordine decrescente in base alla frequenza di utilizzo, l’ultimo di questi 8 milioni (#rigoftheday), che rientra nel Top-1% di tutti gli hashtag, viene utilizzato solo lo 0,02% rispetto al migliore (#love). Questo significa che l’utilizzo delle keyword singole rispetto a quelle Long Tail è molto più intenso rispetto che su Google.

Generatore di hashtag Instagram gratuito

Per fare in modo che la creazione e la modifica di questi 15 miliardi di dati abbia anche un senso pratico, abbiamo deciso di utilizzarli come base per creare un generatore di hashtag Instagram (Instagram Hashtag Generator): potrai inserire da uno a tre hashtag, e il Tool ti suggerirà automaticamente altri hashtag che sono stati utilizzati più spesso in relazione ad esso/i.

Il Tool è completamente gratuito, veloce e divertente: dacci un’occhiata! Attenzione però: ai SEO di vecchia data potrebbero venire in mente i tempi delle Meta Keywords!

Scrivi il primo commento a questo post.