Casi di studio

I domini più visibili su Google Italia nel 2021

Nel lontano 2019 SISTRIX aveva inaugurato il blog italiano con una classifica dei 100 domini maggiori su Google Italia: dopo più di due anni abbiamo deciso di rimettere mano ai nostri dati e stilarne una nuova. Sono sempre gli stessi i domini sul podio? Ci sono state delle new entry […]

Come prevenire rischi e Ranking: viaggiaresicuri.it

Il pieno dell’estate si avvicina e numerosi italiani si apprestano a cominciare una vacanza all’estero. Peccato che, proprio in questo periodo, il sito della Farnesina viaggiaresicuri.it stia avendo un brusco calo di visibilità su Google, perdendo gradualmente URL posizionati. Se infatti la nuova homepage interattiva è una funzionalità molto utile […]

I rischi del cambio di dominio: il caso di barilla.com

Un cambio di dominio necessita di una pianificazione attenta di tutti i dettagli, così come indicato dalle linee guida di Google. Purtroppo questo procedimento, in teoria così semplice, nella pratica porta spesso a dei problemi che potrebbero influenzare la visibilità del proprio dominio nelle pagine di risultato dei motori di […]

I link e il Medic Update: il caso di farmacoecura.it

Nell’articolo precedente abbiamo parlato di un possibile legame tra il Medic Update di Google e il profilo di link dei domini da esso colpiti. Per comprovare questa ipotesi prenderemo in considerazione un sito italiano che ha subito fortemente l’influenza di questo aggiornamento: farmacoecura.it.

Come Google sta accidentalmente salvando l’Amazzonia

Il motore di ricerca ecosia.org sostiene di piantare un albero ogni 1,1 secondi, ma si sta però posizionando su Google e ottenendo improvvisamente molta visibilità, a causa di un probabile errore con il file robots.txt. Come sia stato possibile ve lo spieghiamo in questo articolo.

Sapere.virgilio.it scompare dalle SERP per un mese: il sito perde il 57% della visibilità

Un po’ di mal di mare per virgilio.it, il cui sottodominio principale sapere.virgilio.it scompare quasi completamente dalle SERP per circa quattro settimane, portandosi via il 57% della visibilità dell’intero sito. Ora che tutto è tornato come prima, i ranking tornano a respirare: vediamo quindi insieme cosa è successo.