Gerarchia H1-H6: come faccio ad annidare le intestazioni?

Lo stile e il contenuto di un sito web svolgono un ruolo importante nell’ottimizzazione dei motori di ricerca. Una struttura significativa delle intestazioni nel corpo del testo e sulla pagina aiuta sia il motore di ricerca che l’utente.

La strutturazione avviene attraverso i tag di intestazione. In questo articolo ti spieghiamo come il contenuto di una pagina web viene strutturato logicamente attraverso le intestazioni, annidandole.

SEO e intestazioni: come si correlano tra di loro?

Google giudica tra le altre cose la qualità dei siti web sulla base della facilità d’uso. La chiarezza e le keyword appropriate sono essenziali.

Per dare una chiara gerarchia a un sito web, l’utilizzo dei tag di intestazione è importante. I tag di intestazione (Headlines) sono tag HTML per definire diverse istanze di intestazioni.

Sono descritti con i tag da <h1> a <h6>. Il Tag <h1> indica l’intestazione principale di un sito web con la massima priorità. Qui vale: più alte sono le cifre dopo l’h, più bassa è la gerarchia del titolo.

Strutturare le intestazioni correttamente con i tag di intestazione

L’intestazione <h1> ha la priorità più alta su una pagina e di solito è anche la più grande graficamente. Si posiziona sopra il contenuto, simile al titolo di un articolo di giornale. Nel testo di una sottopagina dovrebbe apparire solamente un’intestazione <h1>. Questa contiene anche la parola chiave.

Consiglio: su WordPress, clicca sull’icona “i” nell’angolo in alto a sinistra per vedere la struttura delle intestazioni (titoli) del tuo articolo.

esempio di come vengono visualizzate le intestazioni a livello grafico

Sottotitoli da <h2> a <h6>

Le intestazioni che seguono <h1> nella gerarchia vanno da <h2> a <h6>. Bisognerebbe sempre utilizzare questi sottotitoli in ordine logico, quindi in ordine numerico. Non utilizzare <h4> e poi <h2>, usa prima <h3>.

Fondamentalmente, l’utilizzo di tag fino a <h3> avviene di consueto nel corpo del testo, raramente si arriva fino ad <h4>.

Quando si tratta di un testo lungo e complesso con molti sottotitoli si consiglia di utilizzare un indice.

Consiglio: Nel CSS del tuo tema puoi modificare permanentemente la formattazione delle intestazioni. Su WordPress puoi trovare il foglio di stile (Cascading Style Sheet) cliccando sul menù Design > Theme Editor > style-rtl.css. Qui ad esempio puoi usare questo codice per modificare il colore di un’intestazione <h2> in blu:

h2 {color: #0000FF}

Conclusione

L’annidamento significativo delle intestazioni aiuta gli utenti di un sito web a ottenere una rapida panoramica del suo contenuto. Lo stesso vale anche per Google: i tag di intestazione (Headlines) aiutano Google a classificare correttamente i tuoi contenuti. È importante utilizzare le parole chiave giuste e rispettare la gerarchia dei tag.

29.06.2022