Perché il Panda Update è chiamato anche Farmer Update?

Nel gennaio 2011, Google aveva promesso di fare qualcosa contro il cosiddetto “Content Farms” in maniera rapida. Al tempo, questi siti riuscivano ad avere delle posizioni elevate nella classificazione di Google nonostante i contenuti di bassa qualità, a danno di siti più curati e che potevano essere più utili ed interessanti per l’utente.

“Content Farm” si riferisce ad un sito che utilizza un gran numero di editor, i quali continuano a produrre nuovi contenuti in base alle ricerche e agli argomenti popolari. La qualità di questi contenuti va da un livello molto buono a uno davvero superficiale, ovvero di bassa qualità.

Quando Google mantenne la promessa, nel gennaio 2011, e introdusse un Update dell’algoritmo conosciuto ora come Panda, all’inizio non gli diedero alcun nome.

Immediatamente, è stato possibile notare che tale Update dell’algoritmo aveva rimosso questi siti di bassa qualità, (Content Farms) dai risultati di ricerca, o li aveva spinti in basso alla classifica.

Danny Sullivan, capo editore del blog Search Engine Land, chiamò l’Update dell’algoritmo “Farmer Update”, per cui questo nome fu usato per un certo periodo di tempo.

Per Google, però, l’Update dell’algoritmo non era diretto esplicitamente contro i “Content Farms”, per cui l’idea di dare un nome ufficiale all’Update dell’algoritmo venne rifiutata.

Una settimana dopo l’introduzione del “Farmer Update”, Google pubblicò il nome interno dell’Update in un’intervista: Panda. Da quel momento venne chiamato “Panda Update”.

Articoli esterni sul tema:

 

 

 

Video esplicativo sull’argomento