Quali sono le conseguenze del Penguin Update 2.0?

Cos’è il Google Penguin Update 2.0?

Il Google Penguin Update 2.0 è la nuova e migliorata versione della modifica dell’algoritmo “Google Penguin Update“, introdotto per la prima volta in tutte le lingue il 24 aprile 2012.

Il Penguin Update 2.0 non è il terzo Data Refresh della modifica dell’algoritmo “Penguin”, ma un vero e proprio cambiamento dell’algoritmo esteso, messo in atto da Google per dimostrare quanto la tecnologia che riconosce e identifica la web spam sia migliorata esponenzialmente negli anni.

Si tratta della quarta versione relativa all’algoritmo Penguin da parte di Google, ma, dato che si tratta di un aggiornamento di algoritmo e non solo di un Data Refresh, ci riferiremo ad esso come “Penguin 2.0”.

Matt Cutts

Quale impatto avrà il Penguin Update 2.0?

Il cambiamento dell’algoritmo chiamato Penguin 2.0 è stato introdotto il 22 maggio 2013 ed ha influenzato circa il 2,3% di tutte le ricerche effettuate in lingua inglese. L’impatto di questo cambiamento di algoritmo può essere più o meno effettivo a seconda dei mercati di ricerca o della lingua della regione, proprio come sottolineato da Google stesso.

Abbiamo iniziato a divulgare la generazione successiva del Penguin Webspam Algorithm oggi pomeriggio (22 maggio 2013) e il processo è ora completo. Circa il 2,3% delle ricerche in lingua inglese sarà soggetto a modifiche che potrebbero essere notate dagli utenti. Il cambiamento è stato reso effettivo anche per altre lingue in tutto il mondo. Lo scopo del Penguin varia in base alla lingua, e le lingue con più web spam avranno un impatto maggiore.

Matt Cutts

L’obiettivo di Google è cambiato con il Penguin Update 2.0?

No. Come prima, Google usa il Penguin Update 2.0 per punire in modo esplicito i domini che violano le Istruzioni per i Webmaster, spostandoli in fondo ai risultati di ricerca. Al contrario, non ci sono dei “punti bonus” per i siti che seguono tali linee guida.

È interessante notare che Google sta valutando degli aggiustamenti da applicare all’impatto del filtro.

Possiamo regolarne la potenza, ma per ora vogliamo iniziare da un livello e poi modificare il tutto in maniera appropriata.

– Matt Cutts

Google sta anche chiedendo aiuto per migliorare l’algoritmo atto ad identificare la web spam, mettendo a disposizione un modulo online che può essere usato per indicare i siti e considerati spam e che continuano ad ottenere posizioni elevate anche dopo il Penguin Update 2.0.

Matt Cutts annuncia l’inizio del Penguin 2.0 “in diretta” in un’intervista

Informazioni aggiuntive sull’argomento

SISTRIX

Google

SISTRIX Livestream
Campagna natalizia di SISTRIX 2020