LinkRating: valuta la qualità del profilo di link

Nel mese di marzo 2014 abbiamo aggiunto la funzione “LinkRating” al modulo Link. Il suo obiettivo è quello di valutare la qualità del profilo di link del sito e di mostrare questi link in modo trasparente. Grazie al LinkRating, i tuoi controlli manuali relativi ai link diventeranno ancora più efficienti.

Perché LinkRating è così importante?

LinkRating ti permette d’integrare i dati dei link di numerose risorse esterne con quelle provenienti dal Toolbox SISTRIX, consentendoti di analizzare e valutare quanti link desideri in una sola finestra.

Utilizzeremo 50 diversi metodi di valutazione su ogni link, e poi li confronteremo con 30 regole specifiche. Utilizzando LinkRating, una grossa parte del tuo lavoro di valutazione manuale dei link diventerà molto più semplice.

I link provenienti da directory di articoli verranno automaticamente riconosciuti e contrassegnati. Potrai distinguere i link che sono parte della navigazione e quelli che includono del contenuto. Il dominio che ti sta linkando ha per caso cercato di vendere dei link in passato? Lo potrai vedere grazie al nostro database.

Perché dovrei analizzare il mio profilo di link?

La qualità del profilo di link di un dominio è importante per ottenere buoni posizionamenti su Google. I link di alta qualità aiutano il motore di ricerca a stimare l’affidabilità di un dominio. Puoi valorizzare i link in contemporanea con altri fattori di Ranking per portarti avanti nella gara a chi ottiene i migliori risultati di ricerca.

Google valuta anche i profili di link dei siti web, basti pensare al famosoGoogle Penguin Update, conosciuto anche come Webspam Update.

Le misure di spam automatiche adottate da Google contro quei profili creati artificiosamente sono un’altra ragione per cui dovresti dedicarti regolarmente al profilo dei tuoi link. Google conosce molti domini che offrono link e può penalizzare manualmente le pagine degli acquirenti. Per le valutazioni LinkRating offriamo e manteniamo un database di tali domini, cosa che ci permette di segnalarti se il tuo sito si stia procurando dei link da domini famosi per aver venduto link in passato.

Perché non avere una pari opportunità di affermarsi di fronte a Google? Nel tutorial seguente, ti mostreremo un esempio di funzionamento del LinkRating e delle funzioni disponibili.

Creare un nuovo progetto di LinkRating

Dopo aver effettuato il login, ti troverai nella pagina iniziale del Toolbox. Clicca nella barra di navigazione blu la voce “Link” e ti sarà mostrata la schermata di LinkRating. Da lì, clicca sulla voce “Al Linkrating”. In alternativa, visita https://it.sistrix.com/linkrating.

Per creare un nuovo progetto, clicca sul comando in verde “Controlla nuovo link”. Si aprirà una nuova finestra.

Iniziare nuovo progetto linkrating

Nella finestra chiamata “Fonti del link”, scegli tutte le fonti di dati che vuoi inserire all’interno della tua valutazione. In questo tutorial utilizzeremo i dati provenienti dal Toolbox SISTRIX, da SEOkicks, da Google Webmaster Tools e da ahrefs.com. Tutte queste diverse fonti di dati verranno unite dal Toolbox, che ne controllerà la disponibilità.

Creazione progetto linkrating

I dati di SISTRIX e di SEOkicks verranno usati automaticamente. Per tutte le altre fonti, dovrai esportare manualmente i dati dalla sorgente e importarli durante la creazione del progetto. Per ottenere ulteriori informazioni su ogni fonte, clicca sopra al punto interrogativo di fianco a ciascuna opzione.

Potrai caricare anche i file Disavow, nel caso ne possedessi. Questi link saranno esclusi dalla valutazione perché, quando vi sono dei filtri automatici o altre possibili penalizzazioni, non interessano più a Google.

Tutti i dati importanti verranno salvati solo all’interno di questo specifico progetto. Se lo cancellerai, tutti i dati di link caricati verranno eliminati dal Toolbox SISTRIX.

Fonti progetto linkrating

Prima ancora che il crawler si avvii, ti mostreremo il numero di URL trovati all’interno di ciascuna risorsa esterna.

Ora clicca su “Crea Progetto”. Il nostro crawler controllerà i link. Una volta partita l’analisi, potrai vedere una panoramica del suo avanzamento e, quando sarà finita, andare direttamente ai risultati.

Che cosa offre l’analisi LinkRating?

Tutti i link che sono stati ricavati da diverse risorse possono essere analizzati grazie all’esame di un crawler. I doppioni all’interno delle fonti verranno esclusi: ciò significa che avrai una panoramica unica del “vero” profilo di link del tuo dominio. Più numerosi sono i dati che integri da risorse esterne durante la valutazione LinkRating, più sarà facile coprire il 100% dei link presenti sul tuo sito web.

Nella tabella dei link potrai utilizzare la modalità esperto e i numerosi filtri al suo interno. Ti consigliamo anche dare un’occhiata alla colonna “Appunti” per identificare i link potenzialmente rischiosi e che potrebbe essere necessario eliminare.

Ricava una panoramica degli obiettivi di link, degli Anchor Text e dei domini che linkano il tuo sito.

All’interno del tutorial “Profili di link di origine naturale: alcuni consigli” imparerai come i valori standard, come ad esempio gli Anchor Text, dovrebbero essere distribuiti nelle pagine del tuo profilo di link. Il paragrafo successivo tratta principalmente della valutazione della qualità generale del profilo di link.

Panoramica del LinkRating

Una volta che il crawler avrà finito di lavorare, potrai dare un’occhiata alla sezione Link e aprire il tuo progetto LinkRating. Ti sarà offerta un’accurata panoramica del tuo profilo di link. In alto, vedrai una finestra chiamata “Valutazione link” che contiene una barra composta da un massimo di quattro colori e da delle percentuali. Non ti basterà, tuttavia, studiare questi valori per capire se un profilo di link sia buono oppure no: devi scendere più nei dettagli.

valutazione link linkrating

La seconda finestra ti mostrerà una panoramica dei tipi di pagine che indirizzano al tuo dominio. L’esempio evidenzia come la maggior parte dei link arrivi da pagine di cui non è stato possibile riconoscere il tipo. Le voci successive sono i blog, le pagine di informazione, i forum, i negozi, le pagine Wiki, le pagine di articoli e, infine, i Feed.

tipi di pagina linkrating

In seguito, ti mostreremo non solo la distribuzione dei link delle pagine iniziali e delle sottopagine, ma anche il bilancio dei link Follow e Nofollow.

Rapporto collegamento diretto, progetto linkrating

Puoi capire quali siano i valori naturali e ottimali per le sottopagine e le pagine iniziali solo se li confronti con quelli dei tuoi concorrenti. In linea di massima, non ci sono pagine (all’infuori dei nuovi domini) che sono composte solo da una pagina iniziale o da una sottopagina. Le pagine denominate “One Pagers” sono un’eccezione.

La panoramica termina con una lista dei primi 10 testi di link del dominio. Puoi visualizzare la lista intera andando su “Linktext” nella barra di navigazione a sinistra.

Valutazione dei link

Normalmente la valutazione dei propri link parte dalla sezione omonima “Valutazione Link” nella barra di navigazione a sinistra. In questa sezione i link verranno raggruppati secondo un tema specifico in diverse categorie. Potrai visualizzare non solo i link rischiosi (la finestra “Errori”, segnata in rosso), ma anche gli avvisi e le notifiche. Il Toolbox mostra anche i link di fiducia, sui quali Google ripone una stima speciale.

Nel nostro dominio d’esempio, solo il 4,54% dei link rientra nell’area in rosso. Diamo un’occhiata a questi link e scopriamo perché sono considerati errori: la risposta la si ottiene immediatamente.

Linkrating errori

Questi sono tutti link provenienti da domini che, in passato, hanno messo dei link in vendita, affidandosi o a mediatori, o a specifiche piattaforme da dove si possono comprare e noleggiare link. È molto probabile che Google stesso sia a conoscenza di tali domini, ed è per questo motivo che il possesso di tali link può rivelarsi pericoloso.

Il nostro dominio d’esempio contiene 366 link provenienti da 20 domini che sono famosi per offrire o per aver offerto link in passato. Se è questo il tuo caso, controlla i link direttamente, segnateli o aggiungili al file Disavow.

filtro link per progetto linkrating

Il link marcato in rosso, per esempio, potrebbe essere nato da un blog che ha citato i fattori di posizionamento di Google e indirizzato i lettori a un dominio d’esempio per ulteriori informazioni. Un’occhiata veloce all’attuale contenuto, tuttavia, mostra che la pagina ha subito un cambiamento e che i post, ora, potrebbero essere stati creati per ricevere un pagamento. Non importa il motivo per cui è stato creato “in passato”: se un sito web, allo stato attuale, non soddisfa le linee guida di Google, è sempre consigliabile rimuovere questi link o aggiungerli al file Disavow. È proprio ciò che accadrà al link contrassegnato – verrà, cioè, “disavowed”.

Suggerimento: durante la valutazione dei link tieni sempre l’editor di testo aperto. In questo modo, potrai segnarti velocemente tutti i link che devono essere “disavowed”.

È interessante notare che perfino i link provenienti dai sottodomini di WordPress.com possono essere inclusi in questa categoria di errore. È un semplice dato di fatto che la Linkbuilding sia spesso gestita da agenzie o da liberi professionisti che distribuiscono link attraverso piattaforme del genere.

I link Nofollow di queste piattaforme non costituiscono un grave rischio. Il LinkRating, tuttavia, funziona utilizzando vari criteri che aggiungono o tolgono punti basandosi su diverse misure di valutazione e regole specifiche che fanno parte del LinkRating. Durante la tua valutazione, potrai vedere questi punti in modo trasparente dalla finestra “Link”.

Avvertimenti

Gli avvertimenti metteranno in evidenza le potenziali fonti di problemi, come i link provenienti da cataloghi web o da comunicati stampa. Sebbene i resoconti di comunicati stampa non siano pericolosi di per sé, né visti in modo negativo, in alcuni casi possono essere usati in modo improprio nel processo di Linkbuilding, generando problemi. In special modo i post di comunicati stampa rilasciati dalla grande distribuzione su 50-100 domini esterni potrebbero costituire un problema al prossimo aggiornamento di Google Penguin.

Il Toolbox SISTRIX contiene attualmente 19 avvertimenti. Nel nostro esempio, sono attive 11 delle 19 categorie di avvertimenti possibili.

avvertimenti linkrating

Dovresti sempre dare un’occhiata a tutti questi link. Per la pagina d’esempio, siamo stati in grado di trovare, nella sezione “Proporzione tra numeri e parole non naturale”, un collegamento alla nostra pagina proveniente da una pagina SPAM contenente link relativi a casinò e pillole per l’impotenza. Questo link, com’è ovvio, è stato immediatamente aggiunto alla lista Disavow.

Avvisi

Gli avvisi mostrano delle fonti di link che hanno un vasto codice sorgente o che non possiedono un Title tag, per esempio. Come per gli avvisi, sarebbe meglio verificare tutti i risultati per avere un’idea generale.

Avvisi linkrating

Trust

Al momento, esistono due indicatori di fiducia all’interno del Toolbox SISTRIX: i link provenienti da Wikipedia e i link che apportano traffico. Per monitorare il traffico, dovrai connettere il tuo account del Toolbox a Google Analytics. Una volta stabilita la connessione, potrai effettuare delle ulteriori valutazioni all’interno del Toolbox. Ad esempio, per controllare quanto traffico riceve la tua pagina e da quali URL, dove questi ultimi si posizionano su Google e con quali keyword.

Trust Linkrating

Link per Paese

Dopo aver esaminato le categorie all’interno del LinkRating, puoi, ad esempio, andare alla pagina “Paesi”, che ti mostrerà una panoramica dei Paesi che ospitano i siti web, i quali indirizzano al tuo dominio. Per esempio, per la nostra pagina, sono presenti 172 domini ospitati negli Stati Uniti.

Paesi linkrating

Per controllare questi link, vai sulla voce “Link” nella barra di navigazione a sinistra. Lì troverai la modalità esperto dell’analisi di link, dove potrai utilizzare i filtri per cercare qualsiasi cosa ti interessi: nel nostro caso, cercheremo i link provenienti dagli Stati Uniti.

Filtro per Paese in progetto linkrating

Clicca sul riquadro verde chiamato “Filtra adesso” per aprire un menù nella parte sinistra della pagina, dal quale potrai selezionare i vari filtri. Utilizzando il filtro “Codice del Paese” potresti vedere alcuni link che forse non dovrebbero appartenere al profilo di link della tua pagina. Questi collegamenti potrebbero riguardare, per esempio, il gioco d’azzardo, le pillole per l’impotenza, l’intrattenimento per adulti e le carte di credito.

Suggerimento: se il tuo sito ospita un forum, utilizza il modulo Link o il LinkRating per cercare specificamente quei collegamenti che indirizzano ai profili degli utenti. In molti casi, questi link saranno collegamenti SPAM generati da software. Le pagine collegate contengono spesso anche link esterni verso pagine di casinò e simili.

Linktext e obiettivi dei link

I Linktext e gli obiettivi dei link sono molto importanti per valutare la qualità del tuo profilo di link. Al loro interno potresti trovare parole significative o che nulla hanno a che vedere con il tuo sito, come termini relativi all’intrattenimento per adulti. Questo tipo di Linktext emerge in gran numero, ad esempio, dopo un attacco di Negative SEO, e sarà immediatamente visibile nei risultati.

Dovresti tenere un occhio aperto anche sugli obiettivi dei link. Come spiegato nel suggerimento precedente, i link esterni che indirizzano a profili di forum possono essere un indicatore della presenza di link SPAM. In alternativa, puoi vedere quali sono le tue pagine che vengono linkate più spesso controllando

la lista degli obiettivi dei link.

Conclusione

Il nostro LinkRating è uno strumento che ti permette di valutare e ispezionare i link sulla base di molteplici fattori. Il Toolbox effettuerà l’analisi iniziale al posto tuo, senza però evidenziare link “pericolosi” o altri tipi di collegamenti. Dovrai valutare da solo, alla fine, se un link sia considerabile pericoloso per il tuo sito oppure no.

Ti consigliamo di non aspettare che Google prenda delle misure manuali sul tuo sito per cominciare a utilizzare il LinkRating, né che venga interessato da un Update. Devi agire ancora più in anticipo: minimizza il rischio che il tuo dominio venga penalizzato da un filtro o da una misura manuale.

Ulteriori informazioni

SISTRIX Linkrating