Il nuovo aggiornamento centrale di Google si rafforza

de_DEen_USes_ESfr_FR
· 10. Agosto 2018 · 0 Commenti
Johannes Beus
Johannes Beus
Johannes Beus ist Gründer und Geschäftsführer von SISTRIX.
Nella nostra prima analisi relativa al recente aggiornamento di Google abbiamo sottolineato come siano state soprattutto le pagine "Your Money, Your Life" ad avvertirne l'effetto: si tratta di siti che affrontano temi i quali potrebbero potenzialmente influenzare la salute, la situazione economica e la sicurezza degli utenti. Mentre inizialmente le conseguenze sembravano gestibili, dallo scorso weekend l'impatto sulle SERP è stato massiccio: in questo articolo vi daremo nuovi dettagli sulla situazione, grazie ai dati del Toolbox.


L’impatto dell’aggiornamento

L’aggiornamento ha agito gradualmente, ed è proprio per questo motivo che la settimana precedente i risultati non risultavano particolarmente preoccupanti. A partire dal weekend passato, però, l’influenza sulle SERP è diventata sempre più forte, tanto che numerosi domini hanno visto un’impennata o un crollo dei propri Ranking senza apparente motivo.

Secondo Barry Schwartz, il 56% di tutti i domini maggiori ha subito un cambiamento della propria visibilità di almeno il 5%. Tra i settori colpiti troviamo i siti web di e-commerce, automobilistici e commerciali, ma abbiamo registrato soprattutto un forte impatto sui domini relativi alla salute e alla finanza.
Proprio per questo motivo, questo aggiornamento è stato nominato “Medic Update“.

Un esempio

Il dominio viverepiusani.it ha perso il 61% di visibilità, passando da 40 a 16 punti in una sola settimana (dal 6 al 13 agosto), e questo è ben visibile nel grafico dell’Indice di Visibilità (vedi sopra).

Nel caso il proprio dominio abbia perso una tale mole di visibilità, la sezione “Cambiamenti di Ranking” è essenziale per comprendere quali contenuti, che in precedenza permettevano al dominio di posizionarsi all’interno delle prime 100 posizioni di Google, sono ora stati colpiti dall’aggiornamento.

Impostando la funzione “Keyword perse“, vediamo infatti che il dominio ha perso un numero enorme di keyword: ben 13.657.

I domini vincenti in Italia

Al contrario degli aggiornamenti Penguin o Panda, che hanno flagellato solo un certo tipo di contenuti, questo Update sta premiando o penalizzando chiaramente alcuni siti.

La tabella seguente mostra i primi dieci domini vincenti, cioè quelli che hanno guadagnato maggiore visibilità, nel settore YMYL.

Domini YMYL che hanno vinto maggiore visibilità
 Punti visibilità 06/08Punti visibilità 13/08Visibilità guadagnata
wikihow.it240309+69%
laleggepertutti.it94130+35%
blogosfere.it1235+23%
greenme.it102121+19%
money.it6478+13%
humanitas.it5365+13%
greenstyle.it5565+11%
studiocataldi.it7888+10%
bimbisaniebelli.it818+10%
fondazioneveronesi.it2636+10%

I domini perdenti in Italia

Dove ci sono dei vincitori, ci sono anche dei perdenti: nella tabella seguente appaiono invece i primi dieci domini, relativi alla salute e alla finanza, che sono stati maggiormente penalizzati dall’Update.

Domini YMYL che hanno perso maggiore visibilità
 Punti visibilità 06/08Punti visibilità 13/08Visibilità persa
viverepiusani.it4016-24%
pazienti.it6945-24%
farmacoecura.it120100-20%
my-personaltrainer.it448430-18%
corriere.it832814-18%
repubblica.it656642-17%
infojobs.it7764-14%
medicitalia.it5241-13%
saperesalute.it2615-11%
viversano.net177-10%

Le modifiche alle Google Quality Rater Guidelines

Qualche settimana fa, inoltre, Google ha modificato sostanzialmente le Google Quality Rater Guidelines, per la prima volta quest’anno. Queste linee guida non hanno un influsso diretto sui Ranking, ma sono un feedback importante sul processo di cambiamento dell’algoritmo e un ottimo indicatore per capire l’opinione di Google su determinati argomenti.

Uno dei maggiori cambiamenti all’interno del documento riguarda le cosiddette considerazioni E-A-T relative al contenuto. E-A-T è un acronimo di Expertise (competenza), Authoritativeness (autorevolezza) e Trustworthiness (attendibilità).

Google sta alzando gli standard per i contenuti delicati, come si può vedere da questo estratto delle linee guida:

High E-A-T medical advice should be written or produced by people or organizations with appropriate medical expertise or accreditation. High E-A-T medical advice or information should be written or produced in a professional style and should be edited, reviewed, and updated on a regular basis.“

Il documento è lungo ben 164 pagine, ma è da tenere in grande considerazione, siccome si focalizza fortemente sulla SEO ed è al momento l’unica fonte in cui vengono esposte chiaramente le prospettive di Google.

Conclusione

Il terzo maggiore aggiornamento dell’algoritmo di Google sta scombussolando non poco le SERP, nonostante sia ormai terminato: dai risultati si evince però che esso sta tendendo a colpire soprattutto gli argomenti sensibili, come salute e finanza. I cambiamenti nelle Google Quality Rater Guidelines mostrano una chiara direzione: solo i contenuti di qualità migliore avranno accesso alle SERP in futuro.

Articoli correlati

Google aggiorna l’algoritmo centrale

Ci risiamo: per la terza volta quest’anno, Google sta effettuando delle modifiche al suo algoritmo centrale, come ha già confermato ufficialmente. I cambiamenti nelle SERP sono (per ora) gestibili.

Johannes Beus
10. Agosto 2018
La SEO non va in vacanza: il caso di costacrociere.it

Con una visibilità tendenzialmente costante, il sito costacrociere.it si posizionava con numerose keyword molto competitive nelle prime pagine dei risultati di Google. Da qualche settimana, però, il trend è stato interrotto e ha subito una notevole ricaduta, che ha causato la perdita di circa il 50% della sua visibilità. Da […]

Elisa Paesante
10. Agosto 2018
Il Pagespeed come fattore di Ranking: di cosa si tratta esattamente?

Da qualche giorno anche la velocità di caricamento dei siti web per quanto concerne la ricerca mobile di Google è diventata un fattore di Ranking. In questo articolo ti spiegheremo esattamente cosa può essere considerato “veloce“, presentandoti un nuovo strumento gratuito per confrontare il Pagespeed della tua pagina web con […]

Johannes Beus
10. Agosto 2018

Scrivi un commento

I commenti saranno disattivati 30 giorni dopo la pubblicazione di questo post.