Utilizzare gli allarmi all’interno del Toolbox SISTRIX

Il Toolbox SISTRIX mette a disposizione allarmi differenti che permettono a ciascun utente di ricevere notifiche via email riguardo a cambiamenti di dati. Queste funzioni si rivelano utili in numerose circostanze, per cui abbiamo creato un tutorial apposito per spiegare come funzionano.

Dove si trovano gli allarmi

Puoi trovare gli allarmi come voce all’interno del menù “Impostazioni”, raggiungibile spostando il cursore sull’icona di fianco alla barra di ricerca, senza fare click: si aprirà il menù da cui potrai selezionare “Allarmi”. In alternativa, puoi usare questo URL diretto: https://it.sistrix.com/account/alerts.

Grazie alle notifiche, potrai tenerti sempre informato per tempo sulle variazioni all’interno dell’Indice di Visibilità SISTRIX o delle pagine indicizzate di recente, e cominciare subito l’analisi nel caso fossero presenti dei cambiamenti.

Selezione degli allarmi

Attualmente, sono disponibili sette diversi tipi di allarmi. Ogni tipo soddisfa linee guida diverse. Dall’Indice di Visibilità ai nuovi annunci testuali di Google AdWords, fino all’analisi dei concorrenti e molto altro ancora. I prossimi paragrafi ti spiegheranno come funzionano gli allarmi e a quali scopi vengono utilizzati.

  • Indice di Visibilità
  • Google AdWords
  • PageRank
  • Pagine Indicizzate
  • Numero di keyword
  • Analisi dei concorrenti
  • Nuovi URL

Indice di Visibilità

L’Indice di Visibilità è un valore di classificazione importante per identificare le variazioni (positive o negative) nei posizionamenti di un sito web su Google.

Cliccando su un allarme, si apriranno le impostazioni corrispondenti. Per quanto concerne l’Indice di Visibilità, è importante inserire il dominio che si desidera monitorare. In questo esempio, useremo sistrix.it all’interno dell’indice italiano di Google.

In seguito puoi decidere se impostare il valore per Desktop o per Smartphone:

Il limite indica invece la soglia massima dopo la quale si desidera essere informati, che può essere indicata in punti o in percentuale.

Google introduce sempre nuovi aggiornamenti, basti pensare agli Update Panda e Penguin degli ultimi anni. Attraverso queste modifiche, Google si prefigge di migliorare la qualità dei propri risultati di ricerca. Durante questo processo potrebbe accadere che certi siti web perdano posizionamenti, malgrado la presenza di pagine che sono state ottimizzate “in modo pulito” e che soddisfano le linee guida sulla qualità del motore di ricerca. È importante che i proprietari di siti web siano in grado di far fronte a queste perdite di posizionamenti in modo rapido ed efficace. A questo scopo, si consiglia di attivare gli allarmi relativi all’Indice di Visibilità per i domini più importanti.

Potrai decidere liberamente a quale soglia di cambiamento (in valore percentuale o assoluto) attivare gli allarmi, così come modificare la loro frequenza di ricezione. Le notifiche ti arriveranno tramite email.


Nuovi Annunci su Google AdWords

Gli allarmi fungono da notifiche agli utenti in caso di cambiamenti o aggiunte di nuovi annunci testuali di Google AdWords. Queste notifiche si rivelano importanti anche per l’analisi della concorrenza.

Un metodo efficace di analisi dei concorrenti basata su keyword specifiche è quello di monitorare gli annunci di testo per una data parola-chiave. Se un annuncio testuale subisce modifiche all’interno di Google AdWords, si aprono due possibilità: un nuovo concorrente è entrato in campo oppure un concorrente già esistente sta testando nuovi annunci testuali o creandone di nuovi. Questi allarmi ti aiuteranno a tenere sempre d’occhio gli annunci di AdWords.

In questo modo, potrai trovare velocemente quei nuovi concorrenti che potrebbero ancora non apparire nei risultati di ricerca organici. Agire preventivamente ti permetterà di prepararti e adoperarti per difendere la tua posizione dai nuovi arrivati. Gli annunci di AdWords devono sempre essere una fonte d’ispirazione durante i tuoi monitoraggi.


Cambiamenti nel PageRank

Google PageRank è un indicatore di prestazione che ti permette di stimare grossomodo il valore di un sito web e la fiducia che Google ripone nello stesso. Questo strumento può rivelarsi interessante anche durante l’analisi delle penalità.

Grazie a Google PageRank, puoi monitorare le perdite e i guadagni nella fiducia che Google ripone in un sito web. Quando i link sono raggruppati sugli stessi canali, puoi spesso incontrare pagine che, improvvisamente, perdono due o più punti nel PageRank. Questi tipi di indizi, così come le fluttuazioni continue, segnalano spesso la presenza di vendita di link.

Per rilevare velocemente questi tipi di cambiamenti all’interno dei tuoi domini, dovresti attivare un avviso relativo al PageRank. Si consiglia di stabilire l’invio delle notifiche per variazioni non maggiori di due punti di differenza. Se il PageRank sale o scende di due punti o più, ti verrà inviata un’email.

Se vuoi ricevere una notifica per ogni cambiamento, imposta il valore di soglia a 1. I piccoli cambiamenti possono avere cause completamente naturali: non sempre la presenza di una impennata nel PageRank è segnale di una penalità, sebbene ci siano stati casi positivi in passato.


Pagine Indicizzate

Più sono le pagine indicizzate da Google, più è probabile che una pagina venga trovata all’interno dei risultati di ricerca. I cambiamenti possono anche evidenziare dei problemi.

Anche il numero di pagine di un dominio indicizzate da Google è un indicatore importante. In base alla grandezza della pagina, Google pone dei limiti e decide individualmente quali pagine del dominio indicizzare. Inoltre, Google si attiene a diversi attributi, come, per esempio, a “noindex”. Google potrebbe anche escludere delle pagine a causa di problemi tecnici. Quando ti capita, durante le tue operazioni di ottimizzazione, di togliere delle pagine dall’indice, puoi monitorare il processo utilizzando gli allarmi.

Gli allarmi relativi alle pagine indicizzate, al pari di quelli per l’Indice di Visibilità, sono facili da configurare. È importante tenere a mente la soglia all’interno del menù a tendina per definire un cambiamento in percentuale o in valore assoluto.

Nei momenti di disattenzione, potrebbero aver luogo degli errori. Persino Wikipedia, una volta, è stata impostata erroneamente su noindex. In contrasto, le pagine indicizzate sono importanti per la rilevazione di altri tipi di errori, per esempio, nel caso in cui vengano indicizzati degli URL che in realtà volevi escludere dall’indice, come quelli relativi agli archivi di blog o a vari filtri di URL all’interno di negozi online.


KeywordanzahlNumero di keyword

Gli allerta per il numero di keyword monitorano, per il Paese selezionato, la quantità dei posizionamenti del dominio all’interno dei migliori 100 di Google.

Questo tipo di avviso è particolarmente importante. Se una pagina cala nel numero di keyword, significa che è presente anche un calo di frasi di ricerca. Il numero scende solamente nel caso in cui ci siano delle keyword tagliate fuori dai migliori 100 risultati su Google. Le perdite possono essere ricondotte ad azioni on-page e off-page che puoi analizzare nel dettaglio tramite il Toolbox SISTRIX.

La configurazione degli allarmi relativi al numero di parole chiave è leggermente diversa dagli altri tipi.

Le keyword potrebbero trovarsi solo nell’indice organico di Google. Anche il loro numero all’interno degli annunci di AdWords o di Universal Search è importante. Per questa ragione, gli allarmi possono essere configurati su moduli differenti.


Analisi dei concorrenti

Sicuramente vorrai tenerti informato della comparsa di nuovi concorrenti all’interno dell’indice di Google, di AdWords o di Universal Search. Questo tipo di avviso ti terrà aggiornato via email.

Puoi registrare il tuo dominio all’interno dell’avviso, scegliere il Paese e selezionare il modulo da monitorare. Non appena un nuovo concorrente apparirà all’interno dei SERP (i risultati di ricerca di Google), ti verrà inviata un’email. I concorrenti vengono definiti tramite le caratteristiche comuni nei posizionamenti. Per questo motivo, le notifiche si rivelano molto importanti perché permettono di adattare le proprie pagine secondo terzi.


Nuovi URL
Se vuoi essere aggiornato nel caso in cui un tuo concorrente pubblichi dei nuovi contenuti sul proprio sito web, puoi configurare un avviso che ti informi di ogni nuovo URL e dei suoi contenuti.


Allarmi esistenti

Tutti gli allarmi già esistenti sono disponibili nella pagina di panoramica. Da lì, puoi modificare o eliminare ciascun avviso. Nelle impostazioni puoi anche decidere l’intervallo di ricezione delle email relative a tutti gli allarmi. Sono disponibili invii su base giornaliera, settimanale e mensile. Puoi anche decidere di interrompere del tutto le notifiche.

Conclusione

È importante tenersi aggiornati attraverso le notifiche (gli allarmi): ciascun utente del Toolbox SISTRIX dovrebbe farne uso per i propri domini. Monitorare manualmente tutti i dati del tuo dominio è impossibile, ma potresti danneggiare il tuo operato se, per esempio, il tuo dominio scendesse nei posizionamenti senza che tu te ne rendessi conto. L’obiettivo degli esempi precedenti era quello di mostrarti quanto sia facile creare e configurare il sistema di notifica. Nei casi di emergenza, gli allarmi possono fungere da segnali preventivi prima che gli introiti del sito web vengano a mancare del tutto.

Troverai istruzioni supplementari e altri utili consigli per l’utilizzo del Toolbox SISTRIX nei nostri tutorial.