Aggiornamento sulla Copyright Law for Press Publishers: quanti contenuti giornalistici si trovano nelle SERP di Google?

La storia della legge sul diritto d’autore (Ancillary Copyright Law) nell’UE, volta a proteggere gli editori dal riutilizzo dei contenuti, è lunga e complessa. Alcune delle sue radici risalgono alla Germania di più di 20 anni fa e oggi, nonostante la legge europea sia stata approvata, la questione è ancora dibattuta. Abbiamo seguito la questione fin dall’inizio e pubblichiamo adesso il terzo studio su quanti contenuti di ricerca siano effettivamente giornalistici e su quanti invece abbiano una finalità commerciale per Google.

L’analisi di SISTRIX

Come nel 2012 e più recentemente nel 2019, abbiamo utilizzato i nostri dati per rispondere alla domanda su quanto siano rilevanti i contenuti giornalistici per Google nei risultati di ricerca.

Per cominciare, abbiamo creato un elenco di domini che pubblicano articoli via Google News, per poi eliminare da tale elenco i domini che non si dedicano alla pubblicazione di contenuti giornalistici. In totale, sono rimasti 1.412 domini giornalistici: circa 200 domini in più rispetto alla valutazione del 2019.

Sulla base di questa lista e del nostro database di risultati di ricerca in Germania, abbiamo poi effettuato le valutazioni riportate di seguito. Complessivamente, SISTRIX valuta i risultati di ricerca per 100 milioni di keyword (query di ricerca) in Germania. Il database è rappresentativo del comportamento di ricerca in questo Paese e viene continuamente aggiornato.

Lo 0,25% dei termini di ricerca commerciali ha una presenza giornalistica

La prima domanda a cui abbiamo dato risposta sulla base dei nostri dati è stata: qual è la percentuale dei termini di ricerca prevalentemente giornalistici e allo stesso tempo commercialmente rilevanti per Google nelle pagine dei risultati? La risposta è un bassissimo 0,25%, invariato rispetto allo studio precedente.

Con “ricerche di valore commerciale” intendiamo quelle ricerche in cui sono presenti annunci pubblicitari di Google. Utilizzando le informazioni già presenti nei nostri database siamo stati anche in grado di rilevare le ricerche che avevano il 50% o più di voci provenienti da domini giornalistici nella Top-10, la prima pagina dei risultati.

Nel 2019 abbiamo condotto lo studio anche con dati a livello europeo, da cui è emerso che una percentuale ancora più bassa di risultati di ricerca risultava commercialmente rilevante: lo 0,11%.

Analisi dei contenuti giornalistici nelle SERP di Google

Il 3,09% dei termini di ricerca sono giornalistici

Abbiamo anche analizzato la percentuale di termini di ricerca che presentavano contenuti giornalistici, in totale. Anche in questo caso, abbiamo filtrato il nostro database per rilevare quei risultati che mostravano almeno il 50% dei domini giornalistici.

Solo il 3,09% di tutti i termini di ricerca ha una presenza giornalistica. Rispetto ai dati tedeschi che abbiamo analizzato nel 2019, si tratta di un terzo in meno rispetto al 2019, quando era invece il 4,65%. Da questo dato si deduce che i domini i quali non seguono un approccio classico e giornalistico hanno guadagnato visibilità negli ultimi anni.

Il nostro studio del 2019 aveva invece dimostrato che, sulla base dei dati europei, il 2,65% dei risultati di ricerca aveva una presenza giornalistica.

L’8,86% di tutti i risultati proviene da domini prevalentemente giornalistici

In questo caso la percentuale è leggermente aumentata rispetto allo studio del 2019, passando dal 7,89% all’8,86%. Dato che il numero di risultati giornalistici in pagina 1 è in calo, è probabile che i siti della lista di domini principalmente giornalistici abbiano continuato a pubblicare contenuti durante questo periodo, ma che tali contenuti non si posizionino nella prima pagina dei risultati di ricerca.

Le recenti analisi del CTR dimostrano che i posizionamenti in pagina 2 e oltre hanno un valore significativamente inferiore rispetto ai posizionamenti in prima pagina.

Il nostro studio del 2019, con dati a livello europeo, aveva dimostrato che il 10,18% di tutti i risultati di ricerca proviene da domini giornalistici.

Altri Paesi europei

La legge dell’UE non sembra aver smosso la posizione di Google. Inoltre, in Austria e Svizzera i risultati sono paragonabili. Anche se in alcuni Paesi le variazioni sono maggiori, il messaggio di fondo è chiaro:

  • Il numero di ricerche giornalistiche che hanno un’impronta commerciale è estremamente basso;
  • I risultati di ricerca giornalistici compaiono in una bassa percentuale di termini di ricerca e questa cifra è diminuita rispetto allo studio precedente.

Conclusione

Questa infinita storia europea vede ancora come protagonisti Google e i legislatori, ma il fatto è che i contenuti di news nelle SERP non sono commercialmente rilevanti per questo motore di ricerca. Come già detto nel 2019, quando si arriverà al dunque Google potrà fare a meno di questi risultati nelle sue pagine.

L’articolo originale, in tedesco, è disponibile qui.

Lo studio del 2019 è disponibile (in italiano con dati a livello europeo) qui.

Articoli correlati
Commenti
Scrivi il primo commento a questo post.
Effettua il login per inserire un commento