Vuoi ricevere tutte le novità SEO direttamente via mail?

Aggiornamento dei fattori di Ranking: il Mobile Friendly

Il 21 aprile 2015 la cosiddetta "Mobile Friendliness" è diventata un altro fattore di Ranking di Google: si tratta della fruibilità di un sito su dispositivi Smartphone, e quindi di un algoritmo che influenza solo le query di ricerca mobile, in tutte le lingue del mondo.

Questo articolo è dedicato all’aggiornamento dei fattori di Ranking “Mobile Friendliness”, relativo all’aprile del 2015. Nel 2018 Google ha dato inizio al Mobile First Index, valutando i risultati di ricerca solo in base alle informazioni contenute nella versione mobile del sito.

Per maggiori informazioni su questo tema ti consigliamo l’articolo: Cos’è il Mobile First Index?


A partire dal 21 aprile espanderemo l’uso della Mobile Friendliness come segnale di Ranking. Questo cambiamento influenzerà le ricerche mobile in tutte le lingue del mondo e avrà un impatto significativo sui risultati di ricerca. Come conseguenza, gli utenti avranno più facilità a trovare risultati rilevanti e di buona qualità, ottimizzati per i loro dispositivi.

Google Webmaster Central Blog, 26/02/2015

Questo significa che, se i contenuti di un dominio non sono Mobile Friendly, cioè non sono ottimizzati per i dispositivi mobile, potrebbero essere svantaggiati in questo tipo di ricerca. Inoltre, Google rende visibile la Mobile Friendliness di un URL nelle pagine dei risultati, mettendo in guardia gli utenti in caso di contenuti non ottimizzati.

Perché la Mobile Friendliness è diventata un fattore di Ranking per Google?

Il traffico di ricerca proveniente da dispositivi mobile sta aumentando sempre di più negli anni, e Google ha deciso di reagire.

Essendo un motore di ricerca, Google vuole fornire i migliori risultati possibili per le query di ricerca e per i bisogni di ogni singolo utente. Grazie al controllo della Mobile Friendliness di un sito, Google può garantire al 100% che l’utente possa accedervi da dispositivo mobile e trovare l’informazione che cerca.

Infatti, anche il migliore risultato possibile non porterà alcun vantaggio all’utente, se il suo contenuto non potrà essere visitato da un dispositivo mobile: un contenuto non ottimizzato per mobile non può essere il miglior risultato per una ricerca effettuata da Smartphone.

Google utilizza un Indice di ricerca Smartphone?

No, esiste solo un Indice di Google. Tuttavia, ricorda che vige adesso il Mobile First Index, che ha dato inizio alla “Rivoluzione mobile” di Google: a partire dal 2018, infatti, i risultati di ricerca vengono valutati solo in base alle informazioni e ai contenuti che si trovano nella versione mobile del sito.

Quali sono i criteri di un sito Mobile Friendly?

Google controlla singolarmente ogni URL prima di definire se il contenuto sia effettivamente “Mobile Friendly”. Se una pagina è stata ottimizzata per dispositivi Smartphone, Googlebot lo riconoscerà durante la scansione e prenderà immediatamente in considerazione questo fattore, praticamente in tempo reale.

Nonostante Google suggerisca di utilizzare il Responsive Design, se il contenuto Mobile Friendly si trova su un host specifico (ad esempio, https://m.dominio.com) o su un sito mobile proprio (come https://dominio.mobi/) non incorrerà in nessuno svantaggio, ma necessiterà di più assistenza.

I quattro criteri fondamentali per un sito Mobile Friendly sono:

  1. evitare software non comuni, come Flash
  2. fare in modo che il testo possa essere letto anche senza zoom
  3. adattare il contenuto alla grandezza dello schermo, in modo che gli utenti non debbano scorrere orizzontalmente o ingrandire
  4. permettere agli utenti di cliccare sui link comodamente, inserendo abbastanza spazio

I webmaster possono utilizzare il tool di Google per controllare se un URL è effettivamente ottimizzato per dispositivi mobile e per ottenere suggerimenti su come migliorarne l’usabilità.

Ricorda: Responsive Design ≠ Mobile Friendly

Nel 2013 Google aveva già annunciato che la configurazione adeguata dei siti mobile sarebbe stata un fattore di Ranking per i risultati di ricerca su Smartphone.

Il Responsive Design è solo un mezzo (parziale) per arrivare a questo scopo. Oltre al ridimensionamento adeguato del design e ai cambiamenti necessari sul sito, la Mobile Friendliness dipende anche dalle sue proprietà tecniche.

Oltre ai quattro criteri che un sito Mobile Friendly dovrebbe presentare, sarebbe bene assicurarsi che i file JavaScript, CSS e le immagini non siano interdette alla scansione. I Redirect sbagliati o l’assenza di avvisi che indichino dove trovare il contenuto Mobile Friendly (ad esempio https://m.dominio.com/directory/contenuto.html) sono per Google tanto importanti quanto l’ottimizzazione del PageSpeed delle singole pagine.

Spesso i punti precedenti non vengono risolti semplicemente dal Responsive Design: infatti, anche se il layout della pagina si vede perfettamente sullo Smartphone, non significa necessariamente che il contenuto sia Mobile Friendly.

  • Per saperne di più, controlla le linee guida per dispositivi mobile creata da Google: errori comuni

Controllare l’Indice di Visibilità per Smartphone

Quanto effetto hanno i fattori di Ranking Mobile Friendly sui posizionamenti mobile, e quanto ne avranno in futuro? Abbiamo creato l’Indice di Visibilità mobile apposta per rispondere a questa domanda: all’interno del Toolbox potrai confrontare direttamente gli Indici di Visibilità desktop e Smartphone per tutti i domini, in modo da rilevare eventuali debolezze di configurazione e di usabilità del tuo sito mobile.

Il tuo sito è facile da trovare su una ricerca mobile tanto quanto quella su desktop? L’Indice di Visibilità Smartphone di SISTRIX ti darà la risposta!


Video sull’argomento

Maggiori informazioni sull’argomento

Fonti e informazioni di Google:

Fonti e informazioni di SISTRIX:

Articoli correlati