Vuoi ricevere tutte le novità SEO direttamente via mail?

Come dovrei gestire i contenuti multilingua del mio negozio online?

Al giorno d'oggi molti negozi online sono disponibili in più lingue. Perché è così importante impostare correttamente il Paese e la versione linguistica? E qual è il metodo migliore per farlo?

Il più delle volte i diversi contenuti (per esempio, i prodotti e le loro descrizioni) si differenziano di poco quando si parla di Stato o di regione. Spesso la sola differenza effettiva è il prezzo, che viene mostrato in una valuta diversa.

Per assicurarti che Google riconosca sempre sia la corretta versione di lingua e regione del negozio, sia il corretto obiettivo geografico, dovresti usare il markup supportato da questo motore di ricerca: il cosiddetto attributo link rel="alternate" hreflang="x".

L’attributo rel=”alternate” hreflang=”x”

Puoi utilizzare il markup rel="alternate" hreflang="x" soltanto nelle intestazioni HTML o HTTP. Tale markup agevola Google nella scelta del linguaggio o dell’URL regionale corretto di una pagina, ma non è da usarsi con gli Anchor Element (<a>).


La Guida hreflang per SEO internazionale

Nella nostra guida hreflang per SEO internazionale imparerai tutto ciò che ti serve sapere sulla corretta gestione di Google e dei siti web multilingua. Evita i contenuti duplicati e impara ad utilizzare correttamente l’attributo hreflang.


Come collego le diverse versioni linguistiche?

Le diverse versioni linguistiche di un sito possono essere collegate tra loro attraverso l’elemento link con un attributo rel “alternate”. Puoi aggiungere il link alla sezione <head> del documento HTML. Vediamo l’esempio seguente, relativo alla Spagna:

Il markup della sezione <head> del documento HTML:

<link rel="alternate" hreflang="es-ES" href="http://www.esempio.es" />

Alternativamente, puoi aggiungere il link markup all’intestazione HTTP:

Link: http://www.esempio.es; rel="alternate"; hreflang="es-ES"

La parte più importante è quella di collegare sempre la specifica pagina. Questo significa, ad esempio, che la pagina di dettaglio del prodotto in lingua spagnola deve indirizzare direttamente alla pagina di dettaglio del prodotto in lingua tedesca (o qualsiasi altra lingua). Se colleghi una pagina secondaria a una landing page, per esempio, il markup non sarà più valido.

Lingue e regioni

Utilizzando l’attributo hreflang, sarai in grado di gestire più lingue e regioni diverse. Se, per esempio, le pagine in lingua tedesca di un negozio online hanno un URL diverso per l’Austria, la Svizzera e la Germania, potrai collegare queste pagine con un link “alternate”.

Utilizzo e codifica dei caratteri

L’attributo hreflang utilizza la codifica “ISO 639-1” e, dove applicabile, la regione utilizzerà la codifica “ISO 3166-1 alpha-2”. Le prime due lettere in minuscolo contrassegnano la lingua (per esempio, “fr” per il francese, “de” per il tedesco o “es” per lo spagnolo). Vengono poi seguite da un trattino “-” e dalla regione in lettere maiuscole (“ES” per la Spagna, “CH” per la Svizzera o “CA” per il Canada). Ecco alcuni esempi di combinazioni di lingua e regione:

  • de-CH: Svizzera di lingua tedesca
  • fr-CH: Svizzera di lingua francese
  • es-ES: spagnolo specifico per la Spagna
  • de: lingua tedesca in generale

Utilizzare l’attributo x-default hreflang per impostare una “pagina di default”

Tramite il nuovo attributo link hreflang=”x-default”, introdotto da Google il 10 aprile 2013, potrai impostare una pagina di default per tutte le versioni di lingua che non hai espressamente specificato. Ti consigliamo di usare sempre questo attributo anche per una Landing Page di livello superiore da cui è possibile scegliere i diversi Paesi o le versioni linguistiche.

Video esplicativo di Google sull’argomento

Espandere le lingue disponibili sul proprio sito

Ulteriori risorse di SISTRIX e Google sull’argomento

SISTRIX

Google

Articoli correlati