Optimizer: impostazioni del progetto

L'Optimizer di SISTRIX è uno strumento potente per migliorare il tuo sito, e mette a disposizione numerose impostazioni in modo da potersi adattare nel modo più ottimale possibile alle tue necessità. In questa pagina le spiegheremo nel dettaglio.

Progetto

Qui trovi le opzioni generiche che riguardano l’intero progetto.

Nome

Il nome del progetto viene utilizzato per identificarlo all’interno del Toolbox. Lo troverai nella pagina iniziale dell’Optimizer e nel menù a tendina destinato alla scelta dei progetti. Il nome del progetto può essere modificato quando preferisci e tali modifiche verranno immediatamente messe in atto.

Obiettivo

Si tratta dell’impostazione basilare dell’intero progetto: qui puoi definire, infatti, se l’analisi deve concentrarsi sull’intero dominio, su un singolo sottodominio o su una determinata directory. La tua scelta influisce sia sul crawler Onpage, sia sul crawler delle keyword e dei ranking.

  • Inserendo un dominio (ad esempio: sistrix.it), verranno analizzati tutti gli URL al suo interno. Quindi, ad esempio https://sistrix.it/test e http://old.sistrix.it/old.html, ma non https://www.sistrix.com/test.
  • Inserendo un sottodominio (ad esempio: www.sistrix.it), verranno analizzati tutti gli URL che si trovano all’interno di questo specifico sottodominio. Quindi, ad esempio https://www.sistrix.it/test ma non http://old.sistrix.it/old.html.
  • Inserendo una directory (ad esempio: https://www.sistrix.it/blog/, ricordando di aggiungere anche il protocollo http:// o https://), verranno analizzati tutti gli URL contenuti in quella specifica directory. Quindi, ad esempio https://www.sistrix.it/blog/test.html ma non https://www.sistrix.it/test.html.

Le modifiche a questa impostazione risulteranno effettive a partire dalla scansione successiva. Attenzione però: i cambiamenti potrebbero rendere i dati storici delle scansioni precedenti non più confrontabili con quelle successive, siccome la quantità di pagine/ranking analizzati sarà modificata. La cosa migliore è quindi di riflettere bene su questa impostazione nel momento in cui si crea il progetto, evitando di modificarla successivamente.

Crawler Onpage

Il crawler Onpage dell’Optimizer valuta costantemente il tuo sito. Siccome però ogni sito è differente, questa sezione ti permette di definire numerose impostazioni personalizzate. Generalmente le impostazioni di default sono adatte alla maggior parte dei siti, per cui ti consigliamo di modificarle solo se effettivamente necessario.

Tipo di Crawler

Qui potrai definire quale tipo di crawler dovrebbe essere utilizzato per il progetto. Le opzioni a disposizione sono le seguenti:

Crawler HTML: con questa impostazione l’HTML non elaborato viene valutato esattamente come riportato dal server web, senza alcun tipo di JavaScript Parsing. Questa impostazione permette di ottenere una scansione più veloce, senza sovraccaricare troppo il server.

Crawler JavaScript: alcuni siti usano JavaScript per rendere le pagine più interattive. Siccome attualmente Googlebot supporta JavaScript, anche nell’Optimizer è possibile definire questa opzione. Così come Google, ci basiamo su una versione attuale del browser di Google Chrome: attiva questa opzione per fare in modo che, in futuro, il progetto venga scansionato considerando anche JavaScript. La scansione diventerà tuttavia più lenta, in quanto dovrà utilizzare più risorse (sia nel Crawler, sia nel server web).

Crawler mobile: questo motore di scansione è basato su quello di JavaScript. Non solo si effettuerà il rendering JavaScript di tutte le pagine, ma la Viewport per il Crawler sarà impostata sulle dimensioni dello schermo di un iPhone. Infatti, alcune pagine mostrano contenuti o link interni differenti a seconda della grandezza di un dispositivo. Grazie a questa opzione potrai simulare nel modo migliore possibile il Mobile First Crawling di Googlebot.

Frequenza di scansione

Questa impostazione ti permette di decidere quanto spesso dovrà avvenire l’attivazione automatica del Crawler Onpage. Di default il sito viene scansionato una volta a settimana, ma potrai anche definire che la scansione avvenga a frequenza bisettimanale o mensile.

Non è possibile impostare la scansione automatica più di una volta a settimana, ma potrai attivare manualmente il crawler ogni volta che vorrai all’interno del progetto. Nella sezione “Modalità esperto” potrai impostare il giorno e l’orario d’attivazione.

Quantità massima di richieste

Qui potrai impostare quanti “accessi” dovrebbero essere utilizzati nel progetto. Ogni progetto Optimizer possiede un contingente di scansione di 100.000 URL, che potrai eventualmente distribuire in altri progetti.

Con “accesso” s’intende l’apertura di una pagina HTML oppure di una risorsa, come le immagini, i file CSS e tutti i dati collegati, così come i link.

Se desideri che il tuo progetto superi il contingente di scansione di 250.000 accessi, ti chiediamo di contattare il nostro supporto per valutare insieme le opzioni migliori per il tuo progetto.

Richieste simultanee

Per scansionare completamente siti molto grandi spesso è necessario che più Crawler Onpage lavorino in parallelo: questa impostazione ti permette di definire quanti crawler dovranno essere attivi sul tuo progetto contemporaneamente.

Più Crawler paralleli permettono di terminare più velocemente la scansione, ma hanno lo svantaggio di sovraccaricare il server. Nel caso il Crawler Onpage riconoscesse un sovraccarico del server, ridurrà le richieste parallele automaticamente.

Dati Login

Grazie a questa funzione potrai scansionare i siti che sono protetti da password, un’opzione consigliabile soprattutto nel caso di migrazioni o di simili cambiamenti. Potrai infatti fare in modo che il Crawler Onpage scansioni le pagine prima che vengano messe a disposizione di Google.

Infine, questa impostazione è utile per scansionare i siti protetti da Autenticazione HTTP standard. I singoli campi delle password (su una pagina HTML) non verranno compilati.

Crawler Onpage: modalità esperto

Molte delle impostazioni del Crawler Onpage sono utilizzabili solo in casi particolari: se il server è configurato in modo diverso dal solito oppure per eccezioni specifiche. Nella sezione della modalità esperto trovi esattamente queste impostazioni speciali, che potrai vedere solo dopo averle attivate.

User Agent (Server) 

Tramite lo User Agent il crawler si identifica al server. Di default usiamo lo User Agent Mozilla/5.0 (compatible; Optimizer; http://crawler.sistrix.net/). Qui potrai personalizzare lo User Agent del tuo progetto, senza influire sul Parsing del file robots.txt.

User Agent (Robots) 

Questo User Agent viene usato per elaborare le istruzioni di scansione nel robots.txt. Di default il Crawler dell’Optimizer cerca la parola “sistrix”, ma potrai modificarla usando, ad esempio, “google” o qualsiasi altro termine che possa influire sul comportamento di scansione dell’Optimizer.

Crawl Time

Indica quando desideri scansionare il tuo sito. Se un sito è particolarmente lento, grazie a questa opzione potrai impostare la scansione nelle ore notturne o nel fine settimana, in modo da non sovraccaricare il server quando ha dei picchi di carico.

Indirizzo IP fisso 

Il Crawler Onpage dell’Optimizer viene selezionato dinamicamente da un ampio pool di Crawl Server disponibili. Il vantaggio è che ci sono sempre delle slot di scansione libere, ma l’indirizzo IP del Crawler non rimane lo stesso.

Per evitare questo fatto puoi attivare un indirizzo IP fisso. Ricorda però che questo potrebbe comportare dei ritardi nell’elaborazione delle scansioni del progetto.

Crawl Delay 

Grazie al Crawl Delay puoi impostare una pausa tra le richieste sul tuo server. Attenzione però: attivando questa opzione la durata di scansione del tuo intero progetto aumenterà fortemente e, nel caso durasse più di 24 ore, verrà interrotta automaticamente.

Pagine iniziali 

Nel caso di alcune configurazioni particolari il Crawler Onpage potrebbe non riuscire a definire autonomamente la pagina iniziale per la scansione del progetto. Questo accade soprattutto se gli utenti vengono reindirizzati a pagine diverse a seconda della lingua del browser.

Tramite questa opzione potrai aggiungere ulteriori pagine iniziali che il Crawler Onpage del progetto visiterà per prime durante la scansione, ad esempio Sitemap HTML o pagine con numerosi link interni.

Sitemap XML 

Tramite le Sitemaps XML gli URL di un progetto vengono trasferiti ai web crawler in un formato standardizzato e leggibile a macchina: questi standard sono supportati dalla maggior parte dei motori di ricerca, come Google e Bing.

Il Crawler Onpage dell’Optimizer può raggiungere la Sitemap XML, se disponibile. Nel caso invece l’URL della Sitemap XML non fosse riportato nel robots.txt, potrai indicarla esplicitamente usando questa opzione.

Ulteriori fonti per gli URL

Oltre ai link trovati nel sito, il Crawler Onpage può utilizzare anche altre fonti del Toolbox per gli URL del progetto. Questo è particolarmente utile per pagine che non presentano più link interni, ma che ancora esistono e vengono scansionate.

Gli URL possono essere aggiunti al progetto a partire dal modulo SEO, dal modulo Link, dal modulo Social o dai dati di Google Search Console. Nel caso volessi integrare i dati dal modulo SEO, dovrai ancora specificare quale indice di Paese utilizzare.

File robots.txt virtuale 

Il Crawler Onpage basa la sua scansione sul file robots.txt disponibile online sul sito del progetto, e su tutte le regole in esso contenute. L’Optimizer utilizza quindi lo stesso Parser di Googlebot.

Nel caso volessi testare delle modifiche al tuo robots.txt, oppure desiderassi impostare delle regole diverse (non ancora rese pubbliche) per il nostro Crawler Onpage, potrai inserire un file robots.txt virtuale.

Per farlo, copia il contenuto del robots.txt desiderato e incollalo nel campo testuale. La struttura del robots.txt virtuale deve corrispondere a quella del file completo, “reale”, con tutte le istruzioni. A partire dalla scansione successiva, il Crawler Onpage rispetterà le regole che hai definito, e non più quelle del robots.txt pubblico.

Scansiona risorse 

Di default il Crawler Onpage scansiona non solo le pagine HTML, ma anche tutte le risorse del sito: immagini, file CSS e tanti altri dati. In questo modo è possibile valutare se sono effettivamente disponibili, che dimensioni hanno e addentrarsi in altre analisi. Tramite questa opzione potrai invece disattivare la scansione delle risorse.

Scansiona link esterni

Il Crawler Onpage scansiona i link esterni per valutare che siano ancora disponibili. Con questa opzione potrai disattivare questa funzione e non scansionarli più.

Ordina parametri URL 

I parametri degli URL vengono considerati dal Crawler Onpage come parte dell’URL, per cui non subiscono modifiche. Con questa opzione potrai fare in modo che essi vengano elencati in ordine alfabetico, individuando più facilmente casi di contenuti duplicati causati dall’uso incoerente di tali parametri.

Cancella parametri URL

Usa questa opzione per cancellare determinati parametri degli URL durante la scansione del progetto. Una funzione analoga si trova su Google Search Console, grazie alla quale è possibile eliminare Session Parameters e parametri di URL simili. Usa il campo testuale per specificare il nome dei parametri.

Monitoraggio performance

La performance di un sito è un fattore di ranking: a partire dal 2021 Google utilizzerà ufficialmente la velocità di caricamento per posizionare i siti nelle pagine dei risultati. Grazie a questa impostazione dell’Optimizer potrai avere una panoramica della performance del tuo sito.

Attiva monitoraggio performance

Questa opzione valuta i tempi di caricamento del tuo sito, comprendendo anche le immagini, i file JavaScript e CSS. Richiederemo la pagina tramite browser e misureremo quanto tempo viene impiegato per caricare completamente i contenuti. Queste valutazioni sono disponibili per numerosi Paesi e possono essere misurate usando un tool di analisi.

Attiva monitoraggio Uptime

Il monitoraggio Uptime ti aiuta a scoprire se il tuo sito è stato offline a tua insaputa. Per farlo richiediamo la pagina iniziale del tuo progetto ogni minuto e ne valutiamo la disponibilità.

Notifiche email

Se desideri, possiamo avvisarti per mail ogni volta che viene trovato un errore durante il monitoraggio Uptime del sito (ad esempio se il tuo progetto è offline o se viene mostrato un messaggio di errore). Naturalmente per usare questa funzione è necessario avere il monitoraggio Uptime attivo.

Impostazioni dell’allarme via email

Qui potrai configurare se desideri ricevere una email non appena la tua pagina viene rilevata offline, oppure se questa opzione deve attivarsi solo dopo una certa quantità di errori. Un modo utile per evitare falsi allarmi e magari dormire più tranquilli!

Lighthouse Check

Questa opzione ti permetterà di attivare la misurazione di performance di Lighthouse ad altri URL del progetto. Per saperne di più leggi questo articolo.

Concorrenti

Per ogni progetto Optimizer puoi aggiungere fino a 6 concorrenti, che verranno usati, ad esempio, per comparare l’Indice di Visibilità del progetto e in tante altre funzioni. Non è possibile definire più di 6 concorrenti.

A seconda delle tue indicazioni, potrai aggiungere interi domini (dominio.com), sottodomini (www.dominio.com) o directory (https://www.dominio.com/directory).

Keyword

Le keyword, cioè i termini inseriti nei motori di ricerca, sono la base della SEO. Nell’Optimizer puoi monitorare i ranking di un campione di keyword da te definito, personalizzandolo a seconda di Paesi, città, dispositivi e motori di ricerca differenti.

Indice di Visibilità del progetto 

Qui puoi definire la frequenza con cui verrà aggiornato l’Indice di Visibilità del tuo progetto. Anche se solo alcune delle keyword vengono scansionate giornalmente, è comunque possibile creare un Indice di Visibilità del progetto ogni giorno sulla base dei dati aggiornati.

Cambiamenti di Ranking

Definisci se i cambiamenti di ranking devono essere rilevati giornalmente o settimanalmente (cioè ogni 7 giorni). Soprattutto per le keyword giornaliere, questa impostazione permette d’individuare rapidamente sviluppi importanti nei ranking.

Gestione delle keyword

In questa sezione potrai definire, modificare e cancellare le query di ricerca che t’interessano. Sulla base di queste keyword verranno monitorati i ranking, e su questi dati si baseranno anche l’Indice di Visibilità del progetto e tante altre metriche dell’Optimizer. Le impostazioni a tua disposizione sono le seguenti:

  • Paese: puoi scegliere tra più di 360 combinazioni di lingue e Paesi.
  • Città: hai a disposizione più di 10.000 città per monitorare ranking locali. Potresti quindi utilizzare il tuo progetto per le SERP locali e gli altri moduli del Toolbox per quelle nazionali.
  • Dispositivo: con l’Optimizer puoi valutare i risultati su desktop, Smartphone o tablet.
  • Frequenza: qui puoi definire se la scansione delle keyword deve essere giornaliera o settimanale. La prima utilizzerà 5 crediti, la seconda 1 credito (per saperne di più).
  • Motore di ricerca: oltre a Google, puoi monitorare i ranking anche di Bing, Yahoo e Yandex.
  • Tag: i tag ti aiuteranno ad organizzare le keyword, e vengono utilizzati anche per analizzare i concorrenti e l’Indice di Visibilità.

Team

Grazie all’Optimizer lavorare in squadra per ottimizzare il proprio sito è ancora più semplice. In questa sezione potrai aggiungere altri account al tuo progetto.

A differenza degli altri moduli di SISTRIX, qui potrai aggiungere anche utenti esterni alla tua azienda, decidendo se possono modificare le funzioni, ricevere mail di notifica o semplicemente visualizzare il progetto.

Cancella progetto

Puoi cancellare i tuoi progetti Optimizer quando preferisci. Ricorda però che vengono cancellati davvero 😉 Tutti i dati relativi al progetto, così come le keyword, i ranking, la performance, le scansioni Onpage, verranno eliminati completamente dai nostri server e dalle nostre banche dati. Naturalmente scompariranno anche dai Report, nel caso vi fossero contenuti.