Indexwatch: i domini perdenti del 2019

Elisa Paesante
Elisa Paesante
Elisa ha studiato Lingue Straniere per la Comunicazione Internazionale all'Università di Torino, specializzandosi in germanistica e marketing. In SISTRIX lavora come Country e Marketing Manager per l'Italia.

La settimana passata abbiamo pubblicato la classifica dei domini che hanno guadagnato maggiore visibilità su Google.it nel corso del 2019, un anno durante il quale abbiamo assistito a numerosi cambiamenti. Tuttavia, dove ci sono dei vincitori ci sono anche dei vinti: quali domini hanno perso visibilità durante il 2019 e cosa possiamo imparare da questi casi nel 2020?

Per la raccolta dei dati abbiamo preso in considerazione unicamente la visibilità mobile, in particolare i domini che presentano un punteggio di almeno 5 punti nell’Indice di Visibilità di SISTRIX. Sono invece stati scartati i siti pornografici e le migrazioni.

Prima di mostrare l’intera classifica effettueremo una breve analisi di alcuni domini che hanno assistito ad un improvviso crollo di visibilità su Google.

Domini perdenti: i casi più interessanti

Solvusoft.com: -97%

Il primo tra i domini perdenti è solvusoft.com, azienda di software statunitense che ha subito un brusco calo di visibilità a metà luglio 2019.

Esaminando le keyword perse dalle prime 10 posizioni di ricerca nel periodo in cui è avvenuta la perdita (quindi tra la fine di giugno e la fine di luglio 2019) notiamo in realtà che gli URL che si posizionavano in precedenza sono tutt’ora esistenti e non sono stati in alcun modo modificati. La perdita di visibilità non deriva quindi da cambiamenti strutturali del sito, né da una migrazione di contenuti.

Se però ci rivolgiamo alla distribuzione dei ranking vediamo che, se fino al 22 luglio il dominio si posizionava con la maggior parte delle sue keyword nelle prime pagine di Google.it (prime quattro colonne a sinistra)…

…dal 5 agosto i ranking crollano e si spostano in quinta, sesta e settima pagina.

Da quel momento i ranking rimangono stabili e il dominio non riesce più a posizionarsi nelle prime posizioni, come vediamo dal grafico soprastante (semplificato per comodità): le keyword in prima e seconda pagina (linee rossa e blu), che prima erano la maggioranza, risultano ormai quasi azzerate, mentre sono salite vertiginosamente quelle in quinta e sesta (linee marrone e arancione).

Si potrebbe quindi supporre che il sito sia andato incontro ad una penalità manuale di Google, che ne ha quindi penalizzato improvvisamente i ranking.

L’ipotesi si fa plausibile considerando i suoi testi dei link più comuni: più di 90.000 backlink del sito hanno “uninstall” come testo e circa 24.000 “download”, senza contare che il 98,9% dei link totali sono follow.

Nationalgeographic.it: -93%

Al terzo posto della lista dei domini perdenti troviamo un brand ben conosciuto, nationalgeographic.it, che ha perso il 93% della sua visibilità a partire da inizio dicembre 2019.

Dalle keyword perse notiamo un’enorme quantità di pagine 404, segno di probabili modifiche strutturali al sito.

Lo stesso ci viene confermato dal fatto che tale ricaduta ha colpito tutte le directory più rilevanti.

Effettivamente, affiancando il Toolbox a Wayback Machine, notiamo che recentemente il dominio ha effettuato il passaggio da http a https, e contemporaneamente ha modificato struttura e design.

I contenuti che si posizionavano sono stati per la maggior parte completamente eliminati, come vediamo dalla quantità di pagine indicizzate in forte diminuzione. Al loro posto ne sono stati creati di nuovi, inseriti in directory create ex novo.

In alcuni casi Google ha comunque posizionato i nuovi articoli al posto dei vecchi, nonostante non sia stato effettuato alcun tipo di reindirizzamento. Nell’immagine soprastante vediamo, ad esempio, che negli ultimi mesi il dominio si posizionava stabilmente con un URL nelle prime 10 posizioni per la query “cuccioli di felini”. A partire dal 23 dicembre questo non è stato più disponibile (il vecchio URL mostra un codice di stato 404), per cui Google sta ora alternando altri URL per capire quali di essi risulta più adeguato alla query.

Nationalgeographic.it può contare su contenuti di buona qualità e un brand molto forte, ma la risalita potrebbe ora essere molto lenta, siccome Googlebot dovrà ora scansionare il sito quasi da zero.

Purina.it: -86%

Un altro sito posizionato nella lista dei domini perdenti è purina.it, storico brand di prodotti per animali, il cui peggioramento sorprende, contando il fatto che il suo corrispondente britannico (purina.co.uk) si posiziona stabilmente tra i siti vincenti del 2019 per Google.com.

Nel corso degli anni passati la visibilità di purina.it era salita con una tendenza al rialzo molto positiva, ma nel 2019 sono cominciati i primi segni di diminuzione, accelerati dal September 2019 Core Update. In totale, il sito ha perso l’86% della sua visibilità nel corso dell’anno passato, arrivando ai livelli del 2015.

La causa di un tale crollo stavolta non sembrerebbe derivare da una migrazione, bensì da problemi tecnici più profondi. Disabilitando Javascript, infatti, la homepage (e altre pagine del sito analizzate) risultano prive di contenuti. Questo potrebbe comportare dei problemi di scansione per Googlebot.

Usando il “Test di ottimizzazione mobile” di Google per valutare la homepage assistiamo a risultati differenti. In alcuni casi Google non riesce a caricare correttamente la pagina e non la definisce idonea per gli utenti Smartphone.

In altri casi riesce a caricarla completamente o solo parzialmente.

Il sito mostra quindi sempre contenuti differenti e questo conferma dei possibili problemi di scansione per Googlebot.

Che questo sia il problema principale o meno, il sito ha perso circa il 65% dei suoi ranking per URL stabilmente posizionati nelle pagine dei risultati.

Se prendiamo come esempio la keyword “malattie trasmesse dal gatto”, dal grafico vediamo che purina.it si posizionava da tempo nelle prime dieci posizioni di Google.it. Dopo metà dicembre il sito è completamente scomparso dai ranking per questa query, pur mantenendo lo stesso contenuto.

Gli aggiornamenti del 2019

Nel 2018 Google aveva eseguito più di 3.500 modifiche all’algoritmo (di cui la maggior parte di piccola entità), e il 2019 non è stato da meno in fatto di cambiamenti. Di seguito abbiamo riportato quelli che hanno avuto un maggiore influsso sulla performance dei siti.

Marzo:

  • March 2019 Core Update (18/03/2019)
  • Google conferma d’ignorare già da tempo i tag rel-prev e rel-next e comunica che non è più necessario utilizzarli

Aprile: Google ha problemi nell’indicizzazione di alcuni contenuti

Maggio: i problemi d’indicizzazione vengono risolti

Giugno:

  • June 2019 Core Update (05/06/2019)
  • Aggiornamento nella varietà dei risultati nelle SERP

Settembre:

  • September 2019 Core Update (26/09/2019)
  • Modifiche nella valutazione delle recensioni con stelline per alcuni siti (Self-Serving Reviews)
  • Addio ai vecchi Webmaster Tools: la maggior parte delle funzioni si trova ormai nella nuova Search Console, che presenta anche nuovi Report
  • Vengono introdotte le etichette rel=“sponsored“ e rel=“ugc“ 

Ottobre: presentazione ufficiale di BERT (inizialmente solo per i Paesi anglofoni).

Dicembre: attivazione di BERT per altre 70 lingue, tra cui l’italiano

Domini perdenti: la classifica Top-100

Classifica dei 100 domini perdenti del 2019 in valori percentuali
#DominioCambiamento
1solvusoft.comsolvusoft.com-97,54%
2cinquantamila.itcinquantamila.it-94,97%
3nationalgeographic.itnationalgeographic.it-93,22%
4atuttascuola.itatuttascuola.it-91,98%
5tpi.ittpi.it-91,52%
6transfermarkt.comtransfermarkt.com-91,32%
7onlinevideoconverter.comonlinevideoconverter.com-90,04%
8magazinedelledonne.itmagazinedelledonne.it-88,86%
9purina.itpurina.it-86,50%
10tempostretto.ittempostretto.it-86,07%
11viaggiaresicuri.itviaggiaresicuri.it-84,89%
12fotolia.comfotolia.com-84,27%
13sanihelp.itsanihelp.it-82,21%
14bluvacanze.itbluvacanze.it-81,94%
15khanacademy.orgkhanacademy.org-81,48%
16gazzettadiparma.itgazzettadiparma.it-81,42%
17letras.mus.brletras.mus.br-81,05%
18passionemamma.itpassionemamma.it-79,37%
19tripadvisor.co.zatripadvisor.co.za-79,28%
20academiabarilla.itacademiabarilla.it-79,03%
21idoctors.itidoctors.it-78,60%
22urbandictionary.comurbandictionary.com-78,58%
23metacritic.commetacritic.com-78,02%
24ok-salute.itok-salute.it-77,75%
25vitadidonna.itvitadidonna.it-77,63%
26askanews.itaskanews.it-77,59%
27inmeteo.netinmeteo.net-77,59%
28scienzaeconoscenza.itscienzaeconoscenza.it-77,42%
29inran.itinran.it-77,18%
30quimamme.itquimamme.it-77,06%
31ebay.co.ukebay.co.uk-76,76%
32ifood.itifood.it-75,69%
33termometropolitico.ittermometropolitico.it-75,40%
34radiomontecarlo.netradiomontecarlo.net-75,13%
35paginegialle.itpaginegialle.it-74,46%
36tv2000.ittv2000.it-73,89%
37miuristruzione.itmiuristruzione.it-73,84%
38floptv.tvfloptv.tv-73,13%
39sportfair.itsportfair.it-72,52%
40shazam.comshazam.com-70,40%
41spanishdict.comspanishdict.com-69,89%
42alessandragraziottin.italessandragraziottin.it-69,78%
43vagalume.com.brvagalume.com.br-69,71%
44raiplay.itraiplay.it-68,82%
45medicitalia.itmedicitalia.it-68,53%
46meltingpot.orgmeltingpot.org-68,45%
47royalqueenseeds.itroyalqueenseeds.it-68,32%
48hsr.ithsr.it-68,18%
49slideplayer.itslideplayer.it-68,11%
50engage.itengage.it-68,07%
51paesionline.itpaesionline.it-67,91%
52lifewire.comlifewire.com-67,83%
53ouvirmusica.com.brouvirmusica.com.br-67,82%
54paginemediche.itpaginemediche.it-67,50%
55inftub.cominftub.com-67,00%
56informazioneambiente.itinformazioneambiente.it-65,98%
576sicuro.it6sicuro.it-65,91%
58reggionline.comreggionline.com-65,77%
59isokinetic.comisokinetic.com-65,49%
60meteoweb.eumeteoweb.eu-64,74%
61centrometeoitaliano.itcentrometeoitaliano.it-64,49%
62thesaurus.comthesaurus.com-64,48%
63105.net105.net-64,18%
64secoloditalia.itsecoloditalia.it-64,00%
65forumsalute.itforumsalute.it-63,81%
66gonews.itgonews.it-63,71%
67fondazioneserono.orgfondazioneserono.org-63,56%
68casaeclima.comcasaeclima.com-63,44%
69tempi.ittempi.it-63,32%
70billboard.combillboard.com-63,29%
71ebay.comebay.com-63,21%
72vimeo.comvimeo.com-63,17%
73walmart.comwalmart.com-62,92%
74mukako.commukako.com-62,56%
75ovovideo.comovovideo.com-62,09%
76local.chlocal.ch-61,44%
77pensionioggi.itpensionioggi.it-60,81%
78lecceprima.itlecceprima.it-60,78%
79italiaatavola.netitaliaatavola.net-60,25%
80moduli.itmoduli.it-60,21%
81deejay.itdeejay.it-59,84%
82corrieredicomo.itcorrieredicomo.it-59,71%
83ridble.comridble.com-59,62%
84vocabulary.comvocabulary.com-59,08%
85yahoo.comyahoo.com-58,74%
86gromia.comgromia.com-58,66%
87gingergeneration.itgingergeneration.it-58,48%
88miolegale.itmiolegale.it-58,37%
89giornaletrentino.itgiornaletrentino.it-57,65%
90viaggiatori.netviaggiatori.net-57,49%
91pazienti.itpazienti.it-57,40%
92donnaclick.itdonnaclick.it-57,27%
93foggiatoday.itfoggiatoday.it-57,22%
94giornaledibrescia.itgiornaledibrescia.it-57,06%
95livesicilia.itlivesicilia.it-57,02%
96quotidianodelsud.itquotidianodelsud.it-56,86%
97all4shooters.comall4shooters.com-56,30%
98castedduonline.itcastedduonline.it-56,26%
99vivaparigi.comvivaparigi.com-56,15%
100sportoutdoor24.itsportoutdoor24.it-56,14%

Domini perdenti assoluti: la classifica Top-10

Nei domini molto grandi la perdita percentuale di visibilità potrebbe non sembrare così influente, ma misurata in valori assoluti ha invece un certo peso. Per questo motivo abbiamo aggiunto una breve classifica dei domini che hanno perso più punti dell’Indice di Visibilità nel corso dell’anno.

Classifica dei 100 domini perdenti del 2019 in valori assoluti

Conclusione

È interessante notare come tra i domini perdenti del 2019 risultino numerosi siti di mappe e percorsi, come tuttocitta.it, oppure di elenchi telefonici (paginegialle.it, paginebianche.it), che stanno risentendo in modo massiccio dei servizi offerti da Google My Business. Le query Visit infatti sono ormai risposte direttamente nelle SERP grazie all’integrazione Maps, che riporta automaticamente tutti i dettagli del luogo ricercato (ad esempio, il numero di telefono), nonché il percorso per arrivarci con i diversi mezzi.

Meno sorprendenti sono i siti di carattere medico e finanziario, e in generale tutti quelli influenzati dai Core Update di Google, la cui visibilità rimane tendenzialmente instabile. Numerosi sono anche i siti di news locali, come gazzettadiparma.it o lecceprima.it.

Articoli correlati
Commenti
I commenti saranno disattivati 30 giorni dopo la pubblicazione di questo post.