Ricerca delle keyword con il Toolbox SISTRIX

La ricerca delle keyword è la base di una strategia SEO di successo. Grazie ad essa è possibile definire su quali keyword e tematiche dovrebbero essere ottimizzati i contenuti del tuo sito. L'obiettivo è di raggiungere gli utenti giusti con i contenuti giusti al momento giusto. In questo tutorial ti mostreremo come effettuare una ricerca delle keyword con il Toolbox.

La strada verso i ranking perfetti è complessa: le giuste keyword devono essere prima di tutto cercate e valutate, in modo che infine possa essere creato il giusto formato di contenuto per esse. In questo tutorial affronteremo il primo passo: la ricerca delle keyword.

Passo 1: indicare le “Seed Keywords”

Lo strumento da tirar fuori dalla cassetta degli attrezzi del Toolbox è il Keyword Discovery, che si trova nel modulo SEO e riunisce l’intero database keyword in una piattaforma semplicissima da usare.

Cliccando sulla bandierina che si trova all’inizio della barra di ricerca potrai selezionare una delle banche dati dei nostri 28 Paesi, già disponibili nel modulo SEO.

Nella barra di ricerca puoi inserire le tue Seed Keyword: inseriscine più di una per ampliare la ricerca.

Quando avrai inserito la tua prima Seed Keyword, te ne suggeriremo altre correlate, in modo da aumentare in modo utile il tuo spettro di ricerca. Clicca sui suggerimenti per inserirli come Seed Keyword.

Consiglio: la scelta delle Seed Keyword è fondamentale per la qualità della ricerca. Sfrutta il Toolbox per scoprire quali di esse vengono usate dai concorrenti più forti all’interno della tua nicchia e comincia con quelle.

Nel menù cliccabile “Impostazioni di ricerca” potrai raffinare ulteriormente la ricerca. Il tipo di corrispondenza influisce soprattutto sulle keyword formate da più parole (come “alloggi roma”). In particolare:

  • Corrispondenza media: indica di riportare almeno una delle parole che compongono la keyword (o “alloggi” o “roma)
  • Gruppo corrispondente: verranno riportate tutte le parole che compongono la keyword, ma senza un ordine preciso (“alloggi roma” o “roma alloggi”). Questa è l’impostazione predefinita.
  • Corrispondenza esatta: nei risultati appariranno tutte le parole che compongono la keyword esattamente nell’ordine in cui compaiono (solo “alloggi roma”)

Nel caso si selezioni l’opzione “Trova componenti delle parole“, i risultati conterranno anche le keyword che iniziano con la Seed Keyword digitata. Se la nostra Seed Keyword, ad esempio, è “auto”, appariranno anche “automobile”, “autocarro”, “autotutela”. In base al tipo di ricerca, sarà compito tuo decidere se questa funzione può essere utile, oppure se diluisce troppo i risultati.

Passo 2: valutare e ordinare i risultati

Clicca su “Inizio” per fare in modo che Keyword Discovery cominci la ricerca all’interno della nostra banca dati. Normalmente dopo pochi minuti potrai già visualizzare i primi risultati. L’interfaccia si presenta nel modo seguente:

In alto a sinistra verrà riportata la tua Seed Keyword come intestazione: cliccando sul simbolo della matita potrai modificarla e ottenere i risultati corrispondenti. In alto a destra apparirà invece la quantità totale di keyword trovate e una stima del loro volume di ricerca totale.

Gruppi di keyword già a tua disposizione

I gruppi di keyword ti aiutano ad identificare le tematiche più importanti e rilevanti per la tua ricerca di keyword.

Le keyword trovate saranno già smistate automaticamente: questi gruppi di keyword sono di default elencati in ordine decrescente in base alla quantità di keyword trovate. Cliccando su “Volume di ricerca” potrai invece ordinare i gruppi in base alla somma dei volumi di ricerca.

Tabella delle keyword: tutti i dettagli in un’interfaccia

Nella tabella delle keyword nella parte destra dello schermo vedrai la vera e propria ricerca delle keyword. Qui elencheremo tutte le keyword e le relative informazioni più rilevanti. Vicino alla keyword troverai il volume di ricerca, la variazione stagionale di quest’ultimo, la nostra stima sull’intensità della concorrenza nelle SERP organiche, il valore CPC approssimativo e la quantità delle SERP features corrispondenti.

Come nel Toolbox, la tabella può essere filtrata e ordinata a proprio piacimento.

Passo 3: inserire le keyword nelle liste

Il workflow del Toolbox prevede che tu possa selezionare dal tool Keyword Discovery solo le keyword che t’interessano, inserendole in una lista. Le liste sono il punto di raccolta centrale del Toolbox per quanto riguarda la ricerca di keyword, ma potrai aggiungere le keyword anche alla maggior parte delle altre sezioni. In ogni lista potrai inserire fino a 10.000 keyword.

La scelta delle keyword giuste è personale e dipende dal proprio progetto. Questo significa che dovrai riflettere sull’intento di ricerca degli utenti che si nasconde dietro alle keyword, verificando che le keyword siano adatte alla fase pianificata del Customer Journey. Dovrai aggiungere una certa quantità di keyword per coprire adeguatamente la tematica in progetto, senza però eccedere, in quanto troppe keyword potrebbero far perdere il focus dell’argomento.

Soprattutto le SERP Features di Google ti permetteranno di prendere numerose decisioni. Per trovare le keyword più adatte per l’intento di ricerca “Know” o “Know Simple” fai attenzione ai box News, ai Knowledge Graph e ai box immagini. Nel caso una o più keyword possedessero numerosi annunci Adwords o integrazioni di Google Shopping, sappi che spesso non rimane molto posto per il traffico organico per quanto concerne la parte superiore (e quindi più rilevante) delle SERP.