Google Hummingbird Update

Il nome in codice "Hummingbird" ("colibrì") indica la nuova generazione dell'algoritmo di ricerca di Google, resa pubblica a partire dal 2013.

Che cos’è il Google Hummingbird Update?

Al quindicesimo anniversario di Google Search, il 26 settembre 2013, Google ha annunciato un grande cambiamento, spiegando che, a partire dall’agosto dello stesso anno, era stato lanciato un nuovo algoritmo come base per la ricerca. Esso è stato chiamato Hummingbird.

Cosa rende questa modifica dell’algoritmo così speciale?

L’Hummingbird Update si distingue dagli altri aggiornamenti di algoritmo in quanto è totalmente innovativo ed è la base della ricerca di Google. Il Panda o il Penguin Update sono stati significativi per l’algoritmo di Ranking, che però è solo una parte dell’algoritmo di ricerca.

Un cambiamento così radicale non avveniva dal 2010, quando è stato introdotto il Caffeine Update. In realtà, secondo l’ex capo del team di ricerca di Google Amit Singhal, una modifica così significativa all’algoritmo di ricerca non si aveva dal 2001.

Qual è lo scopo dell’Hummingbird Update?

Alla base del nuovo algoritmo di ricerca “Hummingbird” c’è la sua capacità d’interpretare al meglio la query di ricerca dell’utente e quindi di migliorare ulteriormente la qualità dei risultati.

Il nome in codice “colibrì” indica che i risultati verranno in futuro presentati sempre più velocemente e precisamente.

Il nome deriva dal fatto che è preciso e veloce.

– Amit Singhal, Google VP Software Engineer

Il nuovo algoritmo di ricerca permette d’interpretare (meglio) l’intera query e non solo le singole parole: in questo modo Google può comprendere le intenzioni alla base di essa e il contenuto dell’intero documento. Entrambi questi fattori sono alla base di questa versione migliorata dei risultati di ricerca.

Hummingbird ha un impatto su tutti i tipi di query che otteniamo, ma è ulteriormente effettivo sulle long query attuali.

– Amit Singhal, Google VP Software Engineer

Oppure, come ha spiegato Danny Sullivan, redattore fondatore di Search Engine Land:

Hummingbird dà maggior peso ad ogni parola della richiesta, permettendo di prendere in considerazione l’intera query (frase, conversazione o significato) piuttosto che le singole parole. L’obiettivo è di fornire pagine che combacino con il significato, e quindi migliori rispetto a quelle combacianti solo per alcune parole.

– Danny Sullivan, redattore fondatore di Search Engine Land

Come si può capire se l’Hummingbird Update è effettivamente in funzione?

Secondo Google, questo aggiornamento migliora la ricerca conversazionale, cioè l’uso della propria voce per ottenere dei risultati di ricerca. Per le query parlate, infatti, l’intera query dell’utente (la frase pronunciata) viene interpretata ad un livello più approfondito, permettendo di ottenere risultati più rilevanti. Questo significa che i risultati di ricerca sono ordinati in modo differente rispetto a prima, e permettono di avere delle risposte più accurate.

Hummingbird rende i risultati più utili e rilevanti, soprattutto se vengono chieste a Google delle domande lunghe e complesse. Ed esso impatta circa il 90% delle ricerche mondiali.

-Amit Singhal, Google VP Software Engineer

Di seguito proponiamo un esempio di risultati di ricerca prima e dopo l’Hummingbird Update (fornito da Google):

  • la query [pay your bills through citizens bank and trust bank] prima dell’Hummingbird Update rimandava alla homepage della Citizens Bank (http://www.citizensbank.com).
  • dopo di esso, l’utente ottiene la pagina di informazioni della Citizens Bank corrispondente alla query (http://www.citizensbank.com/online-banking/mobile-banking/default.aspx).

Significa quindi che i vecchi aggiornamenti di Google sono ora inutili?

No. Siccome l’Hummingbird Update è un algoritmo di ricerca completamente sviluppato partendo da zero e su cui si basa l’intera Google Saerch, gli algoritmi di Ranking come il Panda Update, il Penguin Update, l’EMD-Update e il Page Layout Algorithm Update sono sicuramente stati incorporati al suo interno.

Video esplicativo di Amit Singhal e Tamar Yehoshua sull’argomento (inglese)

Informazioni aggiuntive sull’argomento

Google

Altro