Vuoi ricevere tutte le novità SEO direttamente via mail?

Qual è la differenza tra SEO, SEA, SEM e Universal Search?

Per spiegare meglio la differenza tra SEO, SEA e Universal Search, cominciamo dando un’occhiata alle pagine dei risultati di ricerca di Google.

Panoramica di una pagina dei risultati di ricerca di Google (SERP)

La tipica pagina dei risultati di ricerca (chiamata anche Search Engine Result Page o “SERP”) presenta i tre elementi seguenti:

Pagina dei risultati di ricerca

Elemento 1: Ads (SEA)

A seconda della richiesta, la pagina dei risultati di ricerca può mostrare fino a quattro annunci nella parte superiore e tre nella parte inferiore dei risultati organici.

Per gli annunci Ads (ex Google AdWords), il gestore del sito deve pagare Google per ogni click effettuato da un utente. Nelle pagine dei risultati può però anche comparire un box di Google Shopping, che viene a sua volta classificato come annuncio.

Tutti questi annunci Ads appartengono alla categoria SEA, l’abbreviazione di Search Engine Advertising.

I risultati di questa categoria possono essere semplicemente comprati tramite Google: per attivarli dovrai rivolgerti alla pagina di Google Ads.

Oltre agli annunci a pagamento, nella pagina dei risultati di ricerca di Google è anche possibile acquistare delle campagne banner (Display Ads) su siti di terzi. Il modulo Ads del Toolbox SISTRIX ti permetterà di analizzare tali campagne banner, in modo da tenerle sempre sotto controllo.

Elemento 2: SEO

In verde, troviamo invece le normali pagine dei risultati organici. In questo caso i gestori del sito non devono pagare né per posizionarsi, né quando un utente effettua un click.

Le SERP mostrano solitamente 10 risultati, ad eccezione di alcune circostanze particolari. Per questo motivo in gergo si parla dei “10 link blu”, anche chiamati risultati organici o risultati naturali.

Essi fanno parte della SEO, che è l’abbreviazione di Search Engine Optimisation. Per poter apparire in questi risultati, dovrai lavorare sull’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Elemento 3: Universal Search

Il terzo elemento dei risultati di ricerca è la Universal Search, in blu nella nostra immagine. A seconda della query, Google mostrerà dei risultati di ricerche specifiche, come integrazioni video, immagini, News o Maps.

Cercando la keyword “torino”, per esempio, verranno mostrate anche delle notizie recenti relative ad essa, derivanti dalla sezione News.

Integrazione news per "torino"

Chiamiamo questi risultati “Universal Search”, in quanto vengono mostrati come aggiunta ai risultati di ricerca organici.

Integrazione immagini per "foto stock"

Nel nostro precedente esempio, abbiamo effettuato una ricerca per la parola chiave “foto stock”, per la quale Google ha deciso di mostrare delle immagini (in blu), sopra ai risultati organici.

Per apparire in un risultato Universal Search, non dovrai operare secondo le strategie classiche della SEO, bensì specializzarti in ricerche verticali, per esempio le news o le immagini. Google usa diversi algoritmi di classificazione per questa sezione e persino dei segnali di Ranking differenti.

Cosa significa SEM?

SEM è l’abbreviazione di Search Engine Marketing. La SEM è parte dell’Online Marketing Mix e comprende tutte le azioni (pubblicitarie) mirate ad aumentare il numero di visitatori di un sito. Queste azioni possono essere divise in SEO (Search Engine Optimisation) e SEA (Search Engine Advertising). L’obiettivo di tutte le strategie di marketing per motori di ricerca riguarda il miglioramento della visibilità del prodotto nei risultati di ricerca.

Articoli correlati