Video-tutorial: che cos’è l’Indice di Visibilità di SISTRIX?

L’Indice di Visibilità è una metrica chiave per misurare la visibilità di un dominio (o di un sottodominio, una directory o un URL) su Google. Scopri di più su come e perché utilizzare questa metrica in questo video-tutorial di Giovanni Sacheli.

Che cos’è l’Indice di Visibilità e a cosa serve in ottica SEO? Giovanni Sacheli, consulente SEO di EVE Milano, ce lo spiega in pochi minuti in questo video-tutorial.

Non hai tempo per vedere il video? Scorrendo in basso troverai il riassunto della spiegazione con alcuni esempi pratici.

Che cos’è l’Indice di Visibilità?

Indice di Visibilità di zalando.it

Quando inseriamo un dominio in SISTRIX, il primo valore che ci viene mostrato è appunto l’Indice di Visibilità. L’Indice di Visibilità è un valore che rappresenta la visibilità organica di un dominio su Google, non è un rapporto o una scala, è un valore assoluto che cresce all’aumentare della visibilità

L’Indice di Visibilità si basa su 3 fattori:

  • viene calcolato considerando il numero di parole chiave per le quali un dominio si posiziona su Google. Un dominio che si posiziona per tante parole chiave avrà un Indice di Visibilità maggiore di un dominio che si posiziona per meno parole chiave, a parità di altre condizioni.
  • Il secondo fattore che SISTRIX tiene in considerazione è il volume di traffico delle parole chiave per le quali il sito web si posiziona. Posizionarsi bene su parole chiave generano molto traffico porta ad un valore maggiore dell’Indice di Visibilità rispetto a posizionarsi bene su parole chiave a basso traffico.
  • Il terzo fattore che viene preso in considerazione è la posizione media di ciascuna parola chiave. Posizionarsi in alto per parole chiave ad alto traffico e per molte parole chiave farà aumentare il valore dell’Indice di Visibilità.

Con questo strumento abbiamo a disposizione una rappresentazione grafica della visibilità storica del sito e quindi possiamo considerare le variazioni di visibilità come conseguenze di aggiornamenti algoritmici di Google o attività SEO svolte sul sito che hanno impattato positivamente o negativamente sulla visibilità del sito internet.

Qual è un buon Indice di Visibilità?

Diciamo che esiste una risposta valida per tutti, perché dipende dal mercato e dai competitor che si vuole raggiungere.

Una funzionalità che trovo particolarmente utile è quella di sovrapporre il nostro Indice di Visibilità con quello dei competitor, per farlo basta premere l’ingranaggio, selezionare “Confronta grafico” e inserire altri domini.

A cosa serve l’Indice di Visibilità?

Confronto con i competitor

Confronto con i competitor di zalando.it

In questo esempio ho aggiunto altri competitor al grafico di Zalando, quindi possiamo vedere l’evoluzione storica della visibilità di ciascun sito: vedere chi è cresciuto e chi ha perso traffico, e chi ha risposto bene o male a determinati aggiornamenti algoritmici. 

Inoltre, possiamo valutare il rapporto tra la visibilità di due siti: qual è il rapporto di visibilità tra noi ed un competitor diretto? 1 a 2? 1 a 10? È plausibile pensare per il sito X di raggiungere il sito Y? Questo rapporto ci può far capire quanto impegno ed investimento potrebbe essere necessario per raggiungere un competitor più visibile di noi.

Tracciare i propri successi

Pin-evento nell'Indice di Visibilità

Quando si fa SEO su un sito bisogna tenere traccia delle modifiche, le implementazioni e le correzioni che si fanno. Con SISTRIX è possibile utilizzare i pin evento, che di base troviamo già impostati sulle date dei core update di Google.

Possiamo aggiungere pin personalizzati e credo sia molto importante dato che Google non ci da un feedback immediato alle attività SEO. Infatti, l’impatto di diverse attività potrebbe sovrapporsi e quindi risulterebbe difficile capire cosa ha funzionato e cosa no. Attraverso i pin possiamo segnare una data e una nota e monitorare a distanza di tempo l’evoluzione dell’Indice di Visibilità.

Storicità dei dati

Sezione dedicata all'Indice di Visibilità

L’Indice di Visibilità ha una tab dedicata. In questa tab possiamo vedere gli aggiornamenti giornalieri e settimanali sia per le SERP desktop che mobile.

Per chi si occupa di web marketing l’Indice di Visibilità è uno strumento importante perché ci permette di analizzare i dati storici di visibilità di un sito web, vedere come si è evoluto nel tempo, come è cresciuto (o come ha perso visibilità), come si è mosso rispetto ai competitor, come ha reagito a determinati core update di Google, oppure ad una migrazione, un cambio di template o di URL.

Conoscere la storia di un sito web aiuta a svolgere analisi migliori e questo grafico, essendo molto preciso, fornisce informazioni molto utili. L’Indice di Visibilità non è importante solo per chi fa SEO: non tralasciamo infatti l’aspetto commerciale di chi fa il nostro lavoro.

Presentarsi da un potenziale cliente conoscendo la storia del suo sito, a che punto è oggi rispetto al passato, se sta vivendo un momento di crescita o di perdita di visibilità, ad esempio, o se è appena stato raggiunto o superato da un competitor, può fare la differenza tra chiudere un contratto e tornare a casa a mani vuote. Sovrapponendo il grafico di visibilità di un competitor è facile notare queste cose e per noi sarebbe un grosso vantaggio dal punto di vista commerciale. L’Indice di Visibilità è uno strumento che non può mancare a chi lavora online. 

Penalizzazioni di Google

Le penalizzazioni di Google le conosciamo tutti, quando capitano sono gioie per chi cresce e dolori per chi perde visibilità.

Esempio di penalizzazione

A volte le penalizzazioni però sono cercate, come ad esempio fu il caso del sito web interflora.co.uk che, per attività di link building, fu bannato da Google. Questo evento è molto evidente nel grafico dell’Indice di Visibilità. Infatti, analizzando il database UK per interflora si nota il calo di visibilità a cavallo della festa della mamma.

Monitoraggio tecnico

Confronto tra Indici di Visibilità di sottodomini

Un’altra analisi utile che possiamo fare è confrontare l’Indice di Visibilità per tutti i sottodomini di un sito web e quindi vedere, ad esempio in questo caso, come è andata una migrazione da un sottodominio all’altro. La migrazione è stata fatta bene? È facile dare una risposta guardando il grafico dell’Indice di Visibilità.

Possiamo anche sovrapporre la visibilità di due diversi domini per studiare una migrazione e valutare se il traffico organico è stato spostato bene con i giusti redirect, oppure se qualcosa è andato storto.

13.04.2021