Google

Google compone i Knowledge Panel da solo

Fino ad ora il contenuto nei Knowledge Panel è sempre provenuto da terze parti: spesso erano estratti di Wikipedia, a volte anche da altri domini, ma sempre con un link a queste fonti. Per alcune keyword come “londra”, Google è passato ora a comporre autonomamente i propri testi. Solo “Google” […]

Google: i contenuti generati dall’intelligenza artificiale violano le linee guida

L’uso dell’intelligenza artificiale ha fatto grandi passi avanti negli ultimi anni: modelli avanzati come GPT-3 possono ormai generare contenuti difficilmente distinguibili da quelli scritti da esseri umani. Nell’ultimo Hangout di Google Search Central, John Mueller ha parlato dell’uso di questi tool dal punto di vista di Google e delle Linee […]

Sanzioni: rt.com viene deindicizzato da Google (ma solo in UE)

Succede raramente che dei siti vengano completamente esclusi dall’Indice di Google, ma è proprio ciò che è avvenuto al canale di propaganda russo Russia Today (rt.com) a causa delle sanzioni della Commissione Europea.

Google FloC si chiama ora “Topics” e fa un passo indietro

I cookie di terze parti per il monitoraggio delle attività pubblicitarie sono in via di estinzione per cui Google, per essere ancora in grado di mostrare la pubblicità agli utenti in base ai loro interessi e abitudini di acquisto, ha da poco introdotto FloC (“Federated Learning of Cohorts”). Ecco l’idea […]

Deduplica dei risultati di ricerca più complessa di quanto si pensi

La composizione dei risultati di ricerca sta diventando sempre più complessa: risultati organici normali, ricerche verticali aggiuntive, dati strutturati e semantici, e chi più ne ha più ne metta, il tutto unito in un’unica pagina. Non è naturalmente da escludersi, quindi, che lo stesso contenuto si trovi in più fonti […]

SEO 2022: tre prognostici e molte opinioni

Il 2022 è cominciato: come per gli scorsi anni non ci troviamo di fronte ad una rivoluzione, ma piuttosto ad una costante e veloce evoluzione. In questo articolo troverai le nostre tre tesi e una manciata di opinioni sulle tendenze SEO attuali.

Google pubblica la lista degli indirizzi IP di Googlebot

Lo User Agent è selezionabile liberamente per gli accessi HTTP(S): questo è il motivo per cui nel web esistono sia i “veri” Googlebot, sia crawler di terze parti che sperano di ottenere vantaggi utilizzando lo stesso nome. In passato, l’unico modo per determinare l’autenticità degli accessi di Googlebot era tramite […]

Google pianifica uno Scrolling automatico delle SERP mobile

Google ha dichiarato che, in futuro, le pagine dei risultati su Smartphone verranno mostrate usando uno Scrolling automatico (“Continuous Scrolling”). Questa funzione sarà disponibile inizialmente solo per gli utenti di lingua inglese in USA, e in seguito verrà estesa mondialmente. Questo significa che gli utenti non dovranno più cliccare per […]

Link: click e posizione irrilevanti per Google

I link sono uno dei fattori di ranking più importanti, e nelle ultime due settimane sono stati concretamente trattati da Google in due occasioni. John Müller, durante le Office Hours del 17 settembre, ha confermato che né il traffico che viene portato tramite i link, né la probabilità di click […]

Chrome Continuous Search: il browser mostra i tuoi concorrenti direttamente sopra al tuo sito

Fino ad ora la separazione era chiara: un utente seleziona un risultato delle SERP, raggiunge la pagina corrispondente e la può abbandonare solo cliccando sul tasto “Indietro”. La nuova feature del browser Chrome può però ora cambiare le cose. Con il cosiddetto “Continuous Search”, al momento ancora in beta e […]

Google cambia il modo di mostrare il Title di una pagina

Il Title che viene mostrato nelle pagine dei risultati di ricerca può influenzare il modo in cui gli utenti scelgono di cliccare sui risultati organici, e Google questa settimana ha proprio deciso di affrontare questo tema ed effettuare delle modifiche a riguardo.

Google dà (un po’ di) informazioni sui fattori di ranking

Da qualche mese negli USA è disponibile un menù all’interno delle pagine dei risultati chiamato “About this result”, il quale offre informazioni generali sul risultato corrispondente: da quando Google può conoscere un dominio se la connessione è criptata? La novità è che Google (al momento solo in inglese e negli […]

Google vs. Amazon: FLoC vietato su tutti i siti di Amazon

I cookie di terze parti, e quindi gran parte della pubblicità del web basata sull’utente, si stanno avvicinando alla fine. Tempo fa Google aveva presentato però un’alternativa: il FLoC (Federated Learning of Cohorts) dovrebbe raggruppare gli utenti con caratteristiche simili, in modo da renderli pubblicizzabili. Così facendo, Google spera di […]

Google: la qualità è meglio della quantità, anche per i link

Se per i fattori di ranking legati alla politica aziendale, come la Page Experience, Google è sempre molto comunicativo, per quelli più rilevanti si sente spesso dire poco o niente. Ecco un utile chiarimento riguardo ai link.

Germania: tribunale vieta la cooperazione tra Google e il ministero della salute

In Germania è avvenuto un fatto interessante e senza precedenti: il tribunale di Monaco di Baviera ha interdetto la cooperazione messa in atto tra Google e il ministero della salute per una nuova integrazione nelle SERP. Ecco, in poche parole, cosa è successo.

Il dipartimento di giustizia USA intenta una causa antitrust contro Google

Il governo USA sta facendo causa a Google. L’accusa: ostacolo alla concorrenza nella ricerca online. Si tratta probabilmente del processo più grande da quando Microsoft è stato accusato di monopolio 20 anni fa.

Google aggiorna le Search Quality Rater Guidelines

Nelle Search Quality Rater Guidelines, Google spiega come dovrebbe apparire il risultato di ricerca ideale. L’ultima revisione delle linee guida mostra che vocabolari, dizionari e siti simili avranno la vita più dura in futuro.

Googlebot impara HTTP/2

Ieri Google ha annunciato che il suo crawler potrà scansionare anche via protocollo HTTP/2 in futuro. HTTP/2, anche abbreviato in h2, è la nuova versione di sviluppo del protocollo HTTP. Il vantaggio principale dell’HTTP/2 è la possibilità di trasmettere più file con una sola connessione. Soprattutto nei casi di latenza […]

Core Web Vital: come Google misura la Page Experience

Google è l’unica piattaforma di grandi dimensioni che deve lottare con il fatto di non possedere l’ecosistema in cui opera. Questo problema non lo ha Apple, né Amazon e né Facebook/Instagram, che hanno tutti una situazione comune: si tratta infatti di sistemi chiusi con un controllo completo.

Quando Google diventa concorrente: l’integrazione Jobs in Italia

A partire da giugno 2019 Google ha iniziato a sperimentare l’integrazione Jobs anche nelle pagine dei risultati italiane, superando in pochi mesi la visibilità della maggior parte dei portali di annunci di lavoro. Si tratta quindi di un vero e proprio concorrente per chi si occupa di SEO in questo […]

Google si converte completamente al Mobile First Index

Dopo un lungo periodo transitorio Google ha finalmente annunciato che il crawling di tutti i siti web si baserà unicamente sul Mobile First Index a partire da settembre 2020. In questo articolo ti spiegheremo cosa significa e su cosa dovrai porre particolare attenzione.

Se non hai ancora ottimizzato il tuo sito per la Voice Search, va bene comunque

La Voice Search non sta cambiando la SEO. Tutte le raccomandazioni a tema “ottimizzazione per la ricerca vocale” sono fortemente discutibili e molte (se non tutte) possono essere semplicemente ignorate. La stragrande maggioranza delle informazioni riguardanti la “Voice Revolution” sono fuorvianti, usano dati e fonti sbagliati e confondono addirittura quello […]

Amazon: il concorrente più pericoloso per Google

Google è senza dubbio il leader della ricerca su internet, ma Amazon sta recuperando parecchio, dal punto di vista lucrativo, per quanto riguarda il settore Shopping. In questo articolo abbiamo condotto uno studio per rilevare quali e quanti brand stanno sfruttando maggiormente gli annunci su questa piattaforma.

Modifica Schema.org: i risultati di ricerca con valutazione ridotti del 33%

L’implementazione del proprio sito con i microdati di Schema.org è il modo migliore per attirare maggiormente l’attenzione all’interno delle pagine dei risultati di Google, grazie ai Rich Snippet. Tuttavia, a causa di modifiche nelle regole, le valutazioni con le stelline verranno mostrate molto di meno rispetto a prima, come dimostra […]

Google introduce nuovi attributi di link: Sponsored e UGC

Dopo circa 14 anni dall’introduzione dell’attributo Nofollow, Google presenta altri due nuovi attributi di link: Sponsored e UGC. Oltre a questo, è stato anche modificato il trattamento di questi attributi per quanto riguarda il Crawler e i ranking. In questo articolo approfondiremo l’argomento.

Google va (di nuovo) contro l’affitto di sottodomini e directory

La fiducia di Google nei confronti dei contenuti di un sito è da sempre un fattore di ranking elementare. Eppure proprio questa viene perennemente abusata per posizionare dei contenuti che non la meritano.

Il crollo di Examine.com. O meglio: Google può avere un’opinione?

I siti relativi al settore medico sono stati spesso vittime dagli ultimi aggiornamenti dell’algoritmo centrale. Tra questi si aggiunge adesso anche un dominio che sembrerebbe fare tutto giusto: examine.com. Google sta fallendo nelle sue nuove, grandi pretese?

Google Search Rater: il fattore umano nelle SERP

Da sempre Google lascia la qualità dei suoi risultati di ricerca nelle mani dei cosiddetti Google Search Rater, per scopi interni. Ci sono però dei segnali che questi Search Rater abbiano un influsso concreto sulle SERP.

Abbiamo bisogno di un Web Index pubblico?

Ormai non passa settimana che Google non debba fare i conti con recriminazioni collegate al suo potere di mercato. Dirk Lewandowski, professore all’Università di Scienze Applicate (HAW) di Amburgo, ha ipotizzato l’idea di sostituire Google con un Web Index pubblico. Potrebbe davvero funzionare?

Idealo fa causa a Google per 500 milioni di euro e la commissaria UE propone uno smembramento

Anche al di fuori delle SERP in casa Google regna lo scompiglio: il comparatore di prezzi Idealo ha richiesto almeno 500 milioni di euro di risarcimento, mentre la commissaria europea per la concorrenza, durante un’intervista con il quotidiano F.A.Z., ha lasciato aperta l’ipotesi di vietare a Google alcune integrazioni verticali.

L’UE stabilisce nuove norme per le piattaforme come Google e Amazon

Nei comunicati relativi alla controversa riforma sul copyright, che include anche i filtri Upload (articolo 13), è stata aggiunta una seconda delibera: l’Unione Europea vuole regolamentare più saldamente alcune piattaforme online. In questo articolo affronteremo l’argomento nel dettaglio.

Google dispone i risultati video in un formato carosello

A partire dalle ultime settimane di giugno, Google ha rinnovato completamente la disposizione dei risultati video nelle SERP grazie all’uso di un formato carosello, invece di farli concorrere con i risultati organici. 

Diffusione strutturata dei dati nel mondo Web

Quando di sera il piccolo Googlebot è a letto e si chiede che cosa farà da grande, ha solamente un desiderio: vorrebbe diventare il più intelligente di tutti, per capire di quali elementi è composta una pagina web, che cosa vogliano dire tutti quei numeri e tutte quelle lettere e da […]