Cos’è il Google Everflux?

Con "Everflux" s'intende una fluttuazione permanente che riguarda l’algoritmo di ranking di Google, il quale effettua un continuo ciclo di aggiornamento.

Una caratteristica del Google Everflux, è, ad esempio, un cambiamento costante nelle posizioni di ranking nelle SERP (cioè le pagine dei risultati di ricerca).

Oltre ai grandi aggiornamenti dell’algoritmo di ranking, chiamati anche Update, il Google Everflux assicura che tutti i fattori di posizionamento attuali siano soppesati nel modo corretto, permettendo ai risultati di ricerca di fornire le informazioni necessarie agli utenti.

I risultati di ricerca cambiano in continuazione e i segnali negativi da parte degli utenti hanno effetti sui ranking di Google. I contenuti di buona qualità possono però rimanere per lungo tempo in cima alle pagine dei risultati: un esempio è il sito di Wikipedia per la keyword “caffé”.

Come fa Google a comporre una pagina dei risultati di ricerca? Come decide cosa può posizionarsi e, soprattutto, quanto in alto? Tutto comincia da GoogleBot.

Schema del funzionamento di GoogleBot

Per ordinare i risultati nelle SERP Google deve ottimizzare i suoi spazi: proprio come un supermercato deve gestire lo spazio limitato dei suoi scaffali per calcolare il margine di copertura e massimizzare i profitti, Google misura “l’uso” dei ranking per gli utenti.

Questo significa che i posizionamenti di un sito non sono incisi nella roccia: essi vengono infatti sottoposti a continue valutazioni e modifiche da parte di Google, con lo scopo di controllare costantemente la loro qualità e fare in modo che l’utente trovi le informazioni più rilevanti nel modo più semplice possibile.

Le modifiche dell’algoritmo come il Google Panda Update (che ad intervalli potrebbe essere considerato un Data Refresh) sono state integrate nel Google Everflux a partire dal marzo 2013, mentre l’altro maggiore aggiornamento, il Google Penguin Update, da settembre 2016.

In aggiunta, Google modifica costantemente l’algoritmo di ranking.


Cosa dice Google?

Il web cambia continuamente, proprio come le cose che facciamo per i nostri utenti. ( ... ) La mia anticipazione è che i SEO in futuro dovranno molto adattarsi e mettere a disposizione degli utenti risorse sempre migliori.

Fonte: Matt Cutts