Dettagliate analisi Onpage con più fonti di Crawling

1. Agosto 2017

Il caso ideale è che ogni sottopagina di un sito web sia linkata internamente e che non esistano pagine reindirizzate a delle nuove pagine equivalenti. In pratica però la situazione è completamente diversa: dopo numerosi rilanci del sito e modifiche riguardanti il dominio e i CMS, rimangono spesso frammenti di contenuto ancora raggiungibili e ancora soggetti a Ranking, ma non più linkati internamente e quindi invisibili per le analisi Onpage tradizionali.

Grazie ad una nuova funzione dell’Optimizer SISTRIX ti aiuteremo a riconoscere questi casi. Oltre alla familiare ricerca di URL attraverso la scansione della pagina e la selezione di Sitemap-XML, è anche disponibile l’opzione che permette l’importazione e l’analisi degli URL da numerose altre fonti del Toolbox.

I risultati sono facili da valutare già solo prendendo come esempio il nostro dominio: attivando il Crawler Onpage e valutando le Sitemaps-XML, abbiamo trovato circa 4.000 pagine HTML su sistrix.de. Dopo l’attivazione dell’importazione dei dati degli altri moduli, l’Optimizer ha riportato il doppio delle pagine HTML, per un totale di 9.114.

Possono essere importati gli URL oggetto di Ranking del modulo SEO, le pagine collegate del modulo Link, gli URL con Social Signals e i dati da Google Search Console, se l’account corrispondente è collegato. Il prerequisito per l’utilizzo di questi dati è l’accesso al modulo del Toolbox. La nuova impostazione è immediatamente disponibile nel modulo Optimizer, cliccando su Impostazioni di progetto > Crawling > Fonti Crawling.